Sfruttamento della prostituzione, denunciato un 66 di Ascoli Piceno

Polizia di Stato generico 1' di lettura 15/02/2012 - Un 66enne di Ascoli Piceno, domiciliato a Macerata, è stato denunciato in stato di libertà per reati di sfruttamento e/o favoreggiamento della prostituzione ed evasione fiscale.

L'uomo, denunciato al termine dell’operazione denominata “Bed and breakfast” condotta dalla Squadra Mobile di Macerata diretta dal Vice Questore Aggiunto Dr. Alessandro Albini, in qualità di proprietario di decine di immobili di varia tipologia a Macerata e nei comuni di Monte San Giusto, Numana e Morrovalle, tutti adibiti a civile abitazione, era solito cederne la disponibilità a cittadine straniere provenienti dal continente asiatico, dall’est europeo e soprattutto dal sud-america, con lo scopo di farvici esercitare la prostituzione.

Le indagini, che hanno permesso di fare luce su un giro di prostituzione più ampio nel territorio maceratese, hanno accertato che l'attività illecita del 66enne era iniziata nell’anno 2010.

Inoltre sarebbe stato accertato che l'uomo, nel concedere tali immobili, provvedeva a stipulare contratti di locazioneche non sempre venivano però registrati, evitando quindi imposte calcolate in svariate decine di migliaia di euro.

Pertanto il 66enne è stato denunciato e gli immobili sottoposti a sequestro. Tutte le ragazze rintracciate all’interno sono state successivamente accompagnate presso il locale Ufficio Immgrazione e nei confronti di quattro di loro, sud-americane, è scattato il provvedimento di espulsione dal territorio nazionale essendo risultate prive di qualsiasi titolo autorizzativo.






Questo è un articolo pubblicato il 15-02-2012 alle 15:19 sul giornale del 16 febbraio 2012 - 665 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, macerata, ascoli piceno, Sudani Alice Scarpini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/vf7





logoEV