Dà in escandescenza negli uffici dell'ispettorato del lavoro poi si barrica in casa

Polizia di Stato generico 1' di lettura 20/02/2012 - Un uomo è entrato negli Uffici dell'Ispettorato del Lavoro, in via Lorenzoni, dando in escandescenze. Protagonista dell'episodio, avvenuto lunedì mattina, verso le 12, M. R., 46enne residente a Macerata.

Dopo aver inveito contro gli impiegati presenti, l'uomo ha aggredito e strattonato un dipendente poi è scappato e si è chiuso all'interno del proprio appartamento, al piano superiore degli uffici. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Volante, che, dopo aver appreso quanto accaduto, si sono recati presso l'abitazione del 46enne il quale, barricato all'interno, ha iniziato ad urlare frasi prive di senso ed inveire contro i poliziotti.

Dopo circa tre ore, l'uomo ha smesso di parlare e, temendo un gesto inconsulto, gli agenti hanno provato ad entrare nell'appartamento dalle finestre. Ma il 46enne, in evidente stato confusionale, ha impedito loro di avanzare minacciandoli con due coltelli. Dopo alcuni minuti di stallo, nei quali si è cercato di far ragionare l'uomo, approfittando di un attimo di distrazione, gli agenti sono riusciti a bloccarlo e portarlo fuori dall'abitazione. Successivamente il 46enne è stato accompagnato in ospedale.






Questo è un articolo pubblicato il 20-02-2012 alle 18:53 sul giornale del 21 febbraio 2012 - 526 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, francesca morici, san benedetto del tronto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/vtN





logoEV