Morrovalle: approvato il nuovo Regolamento di Polizia Rurale

comune di morrovalle 2' di lettura 28/06/2013 - Cinque soli articoli nel nuovo Regolamento di Polizia Rurale varato dal Consiglio comunale di Morrovalle. Lo strumento giuridico è molto sintetico; vale quindi la pena per ogni soggetto interessato scaricare integralmente il testo dal sito del Comune di Morrovalle, per avere consapevolezza dei doveri da rispettare a salvaguardia del territorio comunale ed evitare le trasgressioni sanzionate.

I primi tre articoli, in particolare, sono quelli che indicano ai proprietari e ai conduttori di terreni i comportamenti diligenti; di seguito si menzionano la Polizia Locale e tutte le altre Forze di Polizia dello Stato come autorità competenti a farli rispettare; chiude il Regolamento l’elencazione delle sanzioni.

Il primo articolo s’intitola “Pulizia dei fossi e regimazione delle acque meteoriche”. Il Regolamento, tra gli altri obblighi per proprietari e conduttori di terreni confinanti con le strade comunali prevede quello di realizzare adeguati sistemi di regimazione delle acque. Segue in pochi commi una serie di doveri a salvaguardia di fondi confinanti, colture, vie di transito a monte e a valle, argini di canali e fossi; con previsione di attivarsi individualmente o in consorzio tra proprietari e conduttori. Dall’articolo 2 vengono indicazioni agli stessi soggetti relativi alla “Regolazione della vegetazione lungo le strade e le infrastrutture”. Per le “Arature dei terreni adiacenti alle strade pubbliche”, ai frontisti si pone il divieto di lavorare la terra negli 80 centimetri di suolo vicino alle carreggiate.

“Questi doveri di comportamento – chiarisce l’assessore comunale Tommaso Raso – sono stati formalmente inseriti in un atto regolamentare del Comune. Ma se li si esamina anche sommariamente, ognuno può ben comprendere che si tratta di usi di buona creanza, cui ci si atteneva soprattutto nel mondo rurale spontaneamente per avere rapporti di buon vicinato. E proprio per salvaguardare le buone tradizioni, per fare sì che siano patrimonio etico sempre attuale, il Regolamento le ha per così dire codificate. Di conseguenza non v’è nessuna intenzione di esercitare un serrato controllo della sfera privata da parte dell’autorità municipale, ma di valorizzare in ogni cittadino la cultura della tutela del bene pubblico, principalmente mediante azioni di prevenzione e di collaborazione”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-06-2013 alle 19:21 sul giornale del 29 giugno 2013 - 710 letture

In questo articolo si parla di attualità, morrovalle, comune di morrovalle

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/OPO





logoEV