Alla scoperta di Dionilla Santolini, un libro celebra la storia della diva maceratese

1' di lettura 10/07/2013 - Un’artista che lottava per la propria affermazione, in un ambiente, quello del teatro ai tempi del Risorgimento, che difficilmente concedeva a una donna la possibilità di emergere. Il percorso di avvicinamento al Macerata Opera Festival 2013 è fatto di tante storie, tra cui quella ancora attualissima di Dionilla Santolini.

Primadonna maceratese, contralto controcorrente, la sua vita è raccontata nel libro omonimo Dionilla Santolini. Diva “inattuale” (Zecchini 2013), che sarà presentato sabato 13 luglio alle ore 18.30 presso la Bottega del Libro di Macerata.

La serata, condotta dalla prof.ssa Paola Magnarelli, ospita l’autore del volume Gabriele Cesaretti con gli interventi critici del direttore artistico del Macerata Opera Festival, Francesco Micheli. Attraverso le testimonianze di documenti e cronache d’epoca, la figura di Dionilla viene messa in luce negli anni difficili in cui il registro vocale del contralto scompariva dalle scene. Nubile e indipendente, la donna è stata l’unica artefice della propria carriera. Per celebrare i duecento anni dalla sua nascita, il Macerata Opera Festival le dedica un concerto del Mercoledì Mania (il 7 agosto alle 21.30 al Teatro Lauro Rossi).

La figura della cantante lirica era riemersa lo scorso anno grazie alla mostra Violetta Carmen Mimì a cura di Francesca Coltrinari allestita a Palazzo Buonaccorsi nell’ambito della scorsa edizione del Macerata Opera Festival.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-07-2013 alle 18:14 sul giornale del 11 luglio 2013 - 651 letture

In questo articolo si parla di attualità, macerata, comune di macerata

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/PiG