Tolentino: una delegazione cinese della provincia dello Hunan in visita al Cosmari

cosmari 30/07/2013 - Nel pomeriggio di giovedì 26 luglio, una delegazione proveniente dalla provincia cinese dello Hunan ha incontrato il Presidente del Cosmari Daniele Sparvoli e il Direttore Giuseppe Giampaoli, nell’ambito del “Green Industry” il primo meeting tra la provincia dello Hunan e la Regione Marche, esempio di eccellenza ambientale.

Infatti l’intenzione dei due partner è quella di addivenire a una strategia comune in tema di “green industry”, che si realizzi anche con una sempre maggiore apertura del mercato cinese per le aziende regionali che si occupano di ambiente.

Il progetto sviluppato al primo Meeting del Tavolo Tecnico Congiunto Marche-Hunan è scaturito dai solidi rapporti di amicizia che dal 2011 legano la provincia cinese con le Marche. Una qualificata delegazione della provincia cinese, guidata da Zhang Zaifeng (Vice Director General of Hunan Environmental Protection Department) e Long Jun (Director of International Cooperation Department of Hunan Environmental Protection Department), è in questi giorni nella nostra regione per partecipare a meeting, visite aziendali e B to B che si concentrano sul tema dello sviluppo connesso al rispetto ambientale e di comportamenti ecostostenibili ed ecoambientali.

Inoltre la delegazione della Provincia dello Hunan è composta oltre che da rappresentanti del Dipartimento di Protezione Ambientale della Provincia, da professori e ricercatori della South Central University e da manager di quattro tra le principali industrie del settore.

La Provincia dello Hunan, territorio di circa 70 milioni di persone posizionato nella Cina centrale, è una delle aree a più elevata industrializzazione del Paese e con un tasso di crescita elevatissimo, ma anche una delle province più inquinate della Cina. La collaborazione e l’amicizia con la Regione Marche si è sostanziata nel maggio del 2012 con l’apertura di un Punto di Assistenza Tecnica alle Imprese della Regione Marche a Changsha (PAT), capitale della Provincia dello Hunan. Lo studio delle opportunità di collaborazione portato avanti dal PAT, in collaborazione con le autorità locali, ha individuato nel settore ambientale uno degli ambiti chiave per lo sviluppo di strategie economiche congiunte. Costruire solide partnership internazionali costituisce uno strumento fondamentale perché la Cina, nazione che ha oggi enormi squilibri ambientali derivanti da decenni di sviluppo industriale e sociale incontrollato, possa avviarsi verso una politica di riforma ambientale sostenibile, adottando azioni di collaborazione in campo formativo, tecnologico ed industriale.

Da qui scaturisce la scelta della Regione Marche di presentare, tra le varie aziende selezionate nel settore ambientale, il Cosmari quale modello e punto di riferimento regionale e nazionale nei servizi e nel trattamento dei rifiuti solidi urbani. Gli ospiti cinesi hanno potuto conoscere approfonditamente le diverse funzioni del Cosmari e hanno visitato con molta attenzione tutta l’impiantistica presente nella sede di Tolentino. Il Consorzio, insieme con la Regione Marche e con la delegazione dello Hunan, vuole collaborare per un progetto ambientale molto concreto e di grande valore, sviluppato lungo tre direttici: formazione, tecnologia e relazioni industriali.
Infatti la Regione Marche, attraverso un sistema integrato che ne definisce la principale caratteristica strutturale, composto da competenze provenienti dal mondo pubblico, accademico ed imprenditoriale, ha la capacità di proporre agli attori rilevanti nella Provincia dello Hunan soluzioni all’avanguardia in tema di regolamentazione e sviluppo tecnologico nel settore ambientale.

Al termine dell’incontro sia il Presidente del Cosmari Daniele Sparvoli che il Direttore Giampaoli si sono detti onorati della scelta operata dalla Regione Marche che ha scelto il Consorzio quale eccellenza regionale nel campo della raccolta e del trattamento dei rifiuti. Un riconoscimento rafforzato anche dai recenti risultati ottenuti nel premio nazionale dei Comuni Ricicloni che conferma Cosmari e i cittadini dei comuni della provincia di macerata, ai vertici italiani per le percentuali raggiunte nella raccolta differenziata. Molto soddisfatti della visita i componenti della delegazione cinese che hanno apprezzato sia le modalità di raccolta dei rifiuti studiate e applicate dal Cosmari, che le tecnologie adottate nel trattamento per la separazione, differenziazione e avvio al riciclo dei vari materiali raccolti.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-07-2013 alle 18:46 sul giornale del 31 luglio 2013 - 700 letture

In questo articolo si parla di attualità, cosmari, consorzio smaltimento rifiuti macerata

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/P7E