MAClife, vivere e abitare la città di Macerata: concorso di idee per i giovani

3' di lettura 21/12/2013 - Un concorso di idee progettuali per valorizzare e riqualificare l’architettura ed il tessuto urbano del centro storico di Macerata.

L’iniziativa è stata presentata sabato mattina in Comune nel corso di una conferenza stampa cui hanno preso parte l’assessore al Centro storico, Stefania Monteverde, il rettore dell’Università di Camerino, Flavio Corradini e il presidente del Rotary Club Macerata, Massimiliano Fraticelli.

Si tratta di MAClife, vivere e abitare la città di Macerata, un’iniziativa frutto della collaborazione tra il Comune di Macerata, l’Università di Camerino e il Rotary Club di Macerata Matteo Ricci destinata agli studenti e giovani laureati ai vari corsi di studio della Scuola di Architettura e design Eduardo Vittoria.

“Vogliamo sentire i giovani, conoscere qual è la loro idea di città, quale futuro vedono per il nostro centro storico – afferma l’assessore alla Cultura e al Centro storico, Stefania Monteverde - "Il concorso di idee mette insieme l’Universtià di Camerino, il Comune, il Rotary, tutti mossi da una positiva spinta di partecipazione e integrazione. E abbiamo scelto il centro storico per pensare la vivibilità della nostra città guardando lontano. E’ un’occasione per tutti per aprire il dibattito sul centro storico a nuove e più fresche idee”.

Il progetto ha l’obiettivo di migliorare l’accoglienza dei cittadini e dei visitatori di Macerata e per questo gli elaborati potranno riguardare, ma non in maniera esclusiva, alcuni aspetti tematici come la riorganizzazione degli spazi urbani pubblici (piazze, strade, portici e giardini), attraverso l’allestimento di strutture temporanee (cultura, mercato, sosta, tempo libero) e/o la configurazione di percorsi che favoriscano la continuità veicolare, ciclabile e pedonale, la sistemazione delle sezioni e delle pavimentazioni stradali, degli spazi verdi e la realizzazione di oggetti innovativi per migliorare la vivibilità urbana, la comprensione dei luoghi e la qualità formale delle aree pubbliche.

MAClife potrà riguardare anche la progettazione di sistemi, componenti ed elementi, mobili e fissi, di arredo urbano e delle relative strutture accessorie, compresa l’illuminazione degli spazi pubblici e degli edifici storici, la segnaletica urbana di tipo informativo, promozionale e commerciale, con specifica attenzione alla loro sostenibilità energetica ed ambientale.

Infine, la terza sezione del concorso di idee è dedicata alla razionalizzazione del sistema cittadino di accoglienza, dei prodotti o servizi digitali per la valorizzazione e la comunicazione multimediale del patrimonio culturale ed architettonico.

I progetti dovranno essere ideati, descritti strutturati per la realizzazione e prevedere anche uno studio di sostenibilità economica. In particolare le idee progettuali, che dovranno prevedere un costo totale di realizzazione che non superi i 250.000,00 euro, dovranno essere organizzate in un’ottica di sistema, permettendo così di scomporre le varie parti - pur tenendo presente l’intero pacchetto - e quindi poterle programmare nel tempo.

Gli elaborati dovranno essere presentati entro il prossimo 28 febbraio. Alle prime tre idee progettuali in graduatoria verranno assegnati premi in denaro rispettivamente di 3.500,00 euro, 1.500,00 euro e 500,00 euro.

Informazioni tecniche relative al bando possono essere richieste all’indirizzo di posta elettronica direzione.sad@unicam.it. Il bando sarà pubblicato sul sito dell’Unicam www.unicam.it/sad/MAClife e sul sito del Comune www.comune.macerata.it.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-12-2013 alle 17:57 sul giornale del 23 dicembre 2013 - 1300 letture

In questo articolo si parla di attualità, macerata, comune di macerata

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/WnF





logoEV