Calcio: Maceratese in festa per la chiusura dell'anno solare

maceratese 2' di lettura 29/12/2013 - Come da tradizione, ieri sera, l’intera società biancorossa si è ritrovata a tavola per cenare, festeggiarsi e tirare le somme di questo 2013 che sta volgendo al termine.

Erano oltre 200 le persone arrivate al ristorante “Da Nello” (nuova gestione Il Ghiottone) alla stazione di Pollenza e tra queste, attesissima la Presidente Maria Francesca Tardella, il tecnico Massimiliano Favo e il nuovo responsabile dell’area tecnica Giammario Cappelletti. Serata festosa che è scivolata via con semplicità e serenità, accesa nel finale da un’appassionata lotteria resa frizzante dalla conduzione del Prof. Mattiacci della Scuola Calcio e chiusasi con il saluto finale della Presidente.

Il suo intervento, alla presenza delle famiglie dei calciatori, delle diverse squadre e relativi staff tecnici è stato un discorso pacato, beneaugurante per il 2014 ma che non ha voluto evitare né gli interrogativi degli ultimi giorni né tantomeno alcune indicazioni utili per l’immediato futuro. Nello specifico, relativamente all’avvicendamento alla guida dell’area tecnica, il discorso è stato lineare e diretto sottolineando come ogni scelta fatta nel presente e nel passato sia stata generata dalla volontà di offrire il meglio alla Maceratese e al suo funzionamento. Quindi anche la scelta di Cappelletti così come altre in passato sono state fatte all’insegna di questa esigenza.

Un cenno rapido quasi umoristico al suo daspo, ha introdotto poi un tema molto a cuore a questa gestione biancorossa: la scuola calcio con i suoi obiettivi di allenamento e performance ma anche di educazione ai valori sani dello sport da riversare poi nella società civile. Quindi un invito ad impegnarsi sempre con dedizione su questo aspetto ai tecnici-educatori e una sottolineatura per i tanti genitori presenti sul valore aggiunto che la gestione sportiva giovanile in casa Maceratese offre ai suoi tesserati.

Qualche frase dedicata anche all’Amministrazione comunale che ha collaborato correttamente insieme alla Maceratese ma che, proprio per l’alto valore sportivo e l’impatto numerico e sociale del sodalizio biancorosso, potrebbe essere ancora migliore e di certo più continuo. Auguri finali tra i lunghi applausi degli interventi per un 2014 all’insegna di quelle soddisfazioni sportive che la Maceratese e la città meritano da tempo.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-12-2013 alle 15:35 sul giornale del 30 dicembre 2013 - 878 letture

In questo articolo si parla di sport, calcio, maceratese, S.S. Maceratese

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Wy8





logoEV