Civitanova: ragazzo maceratese ruba uno smartphone in spiaggia, viene rincorso e arrestato dai carabinieri

Carabinieri 1' di lettura 03/07/2014 - Giovedì 3 luglio i carabinieri di quartiere notano un ragazzo che stava scappando a gambe levate, dirigendosi dai balneari verso la ex Casa Balilla.

Il primo intervento operativo dei carabinieri di quartiere sul lungomare Piermanni è stato effettuato nei confronti di un giovane che aveva appena consumato un furto. Alla vista dei carabinieri in divisa, il ragazzo ha subito provato a nascondersi nei cespugli del giardino della Casa Balilla, gettando a terra un borsello ed estraendo velocemente la scheda sim dallo smartphone appena rubato.

Intervenuta anche la pattuglia del Radiomobile, i carabinieri sono riusciti a bloccare il malvivente. Il 23enne dell'entroterra maceratese, non nuovo a episodi simili, è stato tratto in arresto e verrà presto sottoposto a rito direttissimo.

Nonostante la sim fosse stata spezzata, i carabinieri sono riusciti a rintracciare la proprietaria dello smartphone, grazie ad un lavoro di ricerca certosino ed impegnativo. La vittima del furto, una donna di origini dell'est e impiegata in città, si era appena accorta del furto consumatosi sotto l'ombrellone ed è presto potuta tornare in possesso dello smartphone di ultima generazione.


di Arianna Baccani
redazione@viverecivitanova.it





Questo è un articolo pubblicato il 03-07-2014 alle 19:29 sul giornale del 04 luglio 2014 - 541 letture

In questo articolo si parla di cronaca, spiaggia, civitanova marche, furto, smartphone, articolo, Arianna Baccani

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/6Mu