Baseball: la Pantere battono gli Angels e sono a un passo dal traguardo

Baseball 16/07/2014 - Tanto cuore e quella dose di fortuna che non guasta mai sono bastati a Potenza Picena per avere ragione di un Macerata comunque sempre in partita e che per parte della giornata ha messo in difficoltà i padroni di casa.

L’importante però era vincere e in questo le Pantere sono riuscite a centrare l’obiettivo aggiudicandosi una serie che si preannunciava già molto equilibrata. Infatti se un modo c’era per gli Angels di rientrare in gioco in un Girone G che vede Potenza al comando, era proprio quello di fare punteggio pieno in casa delle Pantere sperando in una battuta d’arresto di Riccione e Cupramontana, che si affrontavano a Cupra e che hanno visto questi ultimi vincere in entrambe le partite.

Ma come detto questo rappresentava un po’ un crocevia della stagione per le Pantere che ora vedono il traguardo dei playoff lì davanti a loro, ed è per questo che grazie alla grande voglia e volontà di portare a casa la partita a tutti i costi, i potentini sono riusciti a fare loro le partite vincendo la prima 4-1, e replicando nel pomeriggio 6-5 dopo l’emozionante finale al tiebreak.

Come spesso accade, nella prima partita è ben visibile l’impronta di Michele Quattrini, sempre più leader di questa squadra. L’ex Rimini infatti ha guidato una difesa tornata impeccabile lanciando un complite game da 4 valide concesse e 8 strikeout messi a segno sui battitori avversari. Non pago Michele ha realizzato un doppio che gli ha poi successivamente permesso di arrivare a segnare il punto.

In attacco però i migliori sono stati Gabriele Quattrini ed Enrico Simonetti, entrambi con un buon 2 su 4 alla battuta. Nel pomeriggio invece gli Angels ci hanno provato con maggior convinzione inizialmente, e questo li ha portati a condurre 4-2 già al secondo inning; il che con un Gabriele Quattrini da 7 strikeout in 7 innings lanciati da la misura della dedizione dimostrata dai maceratesi. Anche qui però è uscito il cuore delle Pantere che ha permesso loro di rimontare pian piano e passare addirittura in vantaggio nella quinta ripresa.

Sul 5-4 gli Angels sono stati bravi a non demordere e all’ottavo sono riusciti a raggiungere il pareggio. Dopo due innings giocati più sui nervi che sulla tecnica, si è arrivati all’undicesimo inning dove a dare la sentenza è stato il tiebreak, con Michele Quattrini che con i due uomini in base d’ufficio ha sparato un bolide che è volato sopra all’esterno centro e che è valsa la seconda fondamentale vittoria.

In questo caso le Pantere sono state brave a giocare su alcune debolezze avversarie, con Tony Dorta e il giovane Quattrini pronti a fare incetta di basi su ball e a colpire al momento giusto. Alla fine per il leadoff cubano giunto a casa per ben 3 volte, una buona prestazione da 2-4 con una base ball guadagnata; discorso simile per il prospetto potentino che alle 2 basi ball guadagnate ha aggiunto 2 valide realizzate, per un 2 su 3 nel box in grado di mettere in evidenza le potenzialità del giocatore non ancora maggiorenne.

Ed ora Potenza Picena vede il traguardo ad una sola lunghezza, infatti nella trasferta di sabato a Riccione basterà vincere anche solo una partita sul campo dei romagnoli terzi in classifica, per poter brindare ufficialmente ai playoff.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-07-2014 alle 13:55 sul giornale del 17 luglio 2014 - 491 letture

In questo articolo si parla di sport, macerata, potenza picena, baseball, angels

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/7iQ