Provincia: lavori di messa in sicurezza del Palazzo Studi di Macerata

30/07/2014 - Con tempestività la Provincia ha deciso di mettere in sicurezza Palazzo Studi, a seguito del crollo che si era verificato giovedì sera, 24 luglio, provocato dalle forti piogge che si erano abbattute sulla città. Un fregio si era staccato dalla facciata di via Gramsci danneggiando un'autovettura.

Dopo aver effettuato valutazione tecnico-economiche ed una immediata ricerca delle ditte da contattare per procedere ai lavori di messa in sicurezza di somma urgenza, lunedì sera il presidente Pettinari e i tecnici dell'ufficio hanno deciso, nel corso di una riunione, di procedere ai fini della pubblica incolumità. Veloce la decisione, tempestiva la soluzione e immediata anche la preoccupazione di non intralciare con i lavori la notte dell'Opera e le attività relative dei commercianti interessati.

Non solo, ma anche la preoccupazione di non togliere posti auto al parcheggio, tanto che l'ufficio tecnico, coordinato dal presidente medesimo, ha optato per una soluzione di armatura-ponteggio che alla base rubasse lo spazio minore possibile. In realtà, grazie all'intuito dei tecnici, è stata adottata una soluzione che permette di mantenere tutti i posti macchina di via Gramsci; inoltre è stata anche adottata una misura che in qualche modo coinvolgesse l'estetica del lavoro, utilizzando per la tamponatura delle impalcature dei materiali scelti con attenzione, data l'importanza del palazzo, oltre ad aver lasciato liberi i passaggi in corrispondenza degli esercizi commerciali.

Il provvedimento si estende anche alla facciata del palazzo su piazza Battisti, per la quale erano stati già appaltati e programmati i lavori di restauro per i primi di maggio scorso, ma che inizieranno a settembre su specifica decisione del comune. Corso Matteotti, dove però si è optato per una transennatura, avrà lo stesso trattamento di via Gramsci per la porzione di facciata coincidente con gli esercizi commerciali.

“E' stato necessario e prioritario mettere in sicurezza l'edificio – commenta Pettinari – e ringrazio per questo anche la solerzia, la capacità e l'abnegazione dei tecnici del nostro ufficio. C'era necessità di intervenire ma anche di non procurare intralcio alle attività commerciali, soprattutto in queste giornate particolarmente significative perché ricche di eventi. Pur dovendo operare con una forte rapidità, ci è sembrata, quella adottata, la soluzione migliore in quanto non danneggia nessuno e garantisce la messa in sicurezza dell'edificio; di conseguenza, viene garantita soprattutto l'incolumità dei cittadini”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-07-2014 alle 21:39 sul giornale del 31 luglio 2014 - 590 letture

In questo articolo si parla di attualità, macerata, provincia di macerata

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/7Yf





logoEV