Le stelle del canto e le donne di Macerata festeggiano Anita Cerquetti. Conduce Lella Costa

4' di lettura 07/08/2014 - “L’Opera è Donna” è il titolo dell’edizione 2014 del Macerata Opera Festival, che segna anche la 50° stagione lirica allo Sferisterio. Non poteva dunque mancare un omaggio alla più straordinaria voce femminile nata in terra marchigiana, Anita Cerquetti.

Ne hanno parlato le donne di Macerata insieme al direttore artistico Francesco Micheli in un’affollata conferenza stampa presso la sala consiliare del Comune. La vicesindaco Federica Curzi e l’Assessore alla Cultura Stefania Monteverde guidavano la folta rappresentanza istituzionale; Orietta Varnelli, imprenditrice e membro del CdA dello Sferisterio, è intervenuta a nome di ActionAid, ma il mondo dell’imprenditoria femminile era rappresentato anche da Rosaria Ercoli di Eurosuole, charity sponsor della serata. Il Sindaco Romano Carancini è rimasto tra il pubblico lasciando alle donne i banchi dei relatori.

La serata
Giovedì 7 agosto alle ore 21 la città si raduna allo Sferisterio per una “Festa per Anita” nel corso della quale Lella Costa, già protagonista a Macerata del Sogno di una notte di mezza estate dell’anno scorso, ripercorre le tappe della carriera della Cerquetti con l’aiuto di video, registrazioni, un cast di primedonne e la Fondazione Orchestra Regionale delle Marche, diretta dal M° Alfredo Sorichetti.

#donneallopera #occupyanita
La presenza di tante protagoniste del belcanto trasforma la serata in una celebrazione del talento femminile cui concorrono le donne di Macerata. “Le donne – ha sintetizzato Micheli – sono sempre state protagoniste sulla scena. Il Festival 2014 le ha portate sul podio, ora vogliamo che occupino anche la platea”. Al normale pubblico di appassionati, che ha già garantito un riempimento decisamente superiore alla serata “Vita e arte di Beniamino Gigli” dell’anno scorso, si stanno aggiungendo moltissime maceratesi impegnate in diversi campi della politica, dell’imprenditoria, delle professioni, della cultura, del volontariato e dell’arte che occupano lo Sferisterio giovedì sera per celebrare la grande diva marchigiana, raccogliere fondi per le donne etiopi in collaborazione con ActionAid e ribadire che l’opera è davvero al centro della nostra vita culturale e civile.

L’omaggio ad Anita Cerquetti si trasforma così in un vero cardine dell’intero progetto #donneallopera: tutte le donne sono invitate a partecipare a prezzi speciali (vedi al termine il dettaglio delle offerte, che sono valide fino ad esaurimento dei posti disponibili; in platea restano meno di 200 posti) a questa grande festa al femminile cui hanno già aderito le donne del Consiglio Comunale di Macerata, delle Associazioni per i Diritti e le Pari opportunità, delle Università, degli ordini professionali a partire dall’Ordine degli Avvocati, delle Associazioni di volontariato e dei Club Service, delle Istituzioni Culturali e dei Musei; le rappresentanti del mondo dell’imprenditoria ed in particolare le portavoce delle Aziende che sponsorizzano il Festival e le aderenti al CIF – Comitato Imprenditoria Femminile; le scrittrici e giornaliste che hanno seguito e raccontato il Festival, le numerosissime donne che fanno parte dello staff e naturalmente le artiste del cartellone 2014.

ActionAid
La “Festa per Anita” è uno dei momenti salienti della collaborazione tra il Macerata Opera Festival e il suo Social Partner ActionAid, già efficacemente testata in occasione delle recite di Aida interpretate dalla testimonial Fiorenza Cedolins. Il progetto congiunto MOF/ActionAid denominato “Aida per le donne etiopi” costituisce un ampliamento del Progetto Vicky-Azernet di ActionAid, teso a migliorare l’approvvigionamento idrico e le condizioni igienico-sanitarie nel distretto di Azernet in Etiopia, ma anche a dare maggiore autonomia e indipendenza economica alle donne all’interno delle comunità.

Genius Loci
La “Festa per Anita” è la prosecuzione del progetto “Genius Loci” con cui il Macerata Opera Festival celebra le leggende vocali del territorio. Dopo le serate dedicate ai tenori Mario del Monaco (2012) e Beniamino Gigli (2013) per la prima volta la protagonista è un soprano. Il progetto, oltre a valorizzare la straordinaria tradizione musicale delle Marche, rispecchia la volontà del direttore artistico Francesco Micheli di rinnovare la formula ormai stantia del Gala operistico dando vita a serate teatrali in cui i brani musicali vengono collocati nel loro contesto storico e culturale attraverso una drammaturgia fatta di parole, video, contributi sonori. Tra i materiali spiccano frammenti video inediti provenienti dalle Teche Rai grazie alla collaborazione della presidente Anna Maria Tarantola, membro del Comitato d’Onore della 50° edizione del Festival.

La serata “Festa per Anita” è realizzata in collaborazione con il Comune di Montecosaro e l’Accademia Anita Cerquetti e con il contributo di Eurosuole.

Le tariffe speciali #donneallopera riservate a tutte le donne:

2 biglietti nel settore A al prezzo di €20
2 biglietti nel settore C al prezzo di €25
2 biglietti nel settore CC al prezzo di €35
2 biglietti nel settore PP al prezzo di €50
(Più la prevendita)






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-08-2014 alle 00:06 sul giornale del 07 agosto 2014 - 599 letture

In questo articolo si parla di attualità, macerata, comune di macerata

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/8h7