Bambini saharawi ambasciatori in comune

2' di lettura 27/08/2014 - I bambini saharawi, hanno fatto visita al sindaco di Macerata al termine del loro soggiorno a Grottammare nell’ambito del progetto di accoglienza estiva curato dall’associazione Rio de Oro Onlus, con il sostegno anche del comune di Macerata.

Accompagnato dai responsabili dell’associazione, Barbara Vittori e Rossana Berini, e da volontari e famiglie che ospitano alcuni bambini, i piccoli ambasciatori del popolo Saharawi che rivendica il diritto all'autodeterminazione sul proprio territorio sottrattogli dal Marocco nel 1975, è stato accolto dal sindaco Romano Carancini, dal vice sindaco Federica Curzi e dall’assessore alla cultura Stefania Monteverde, presente anche l’on Irene Manzi.

L’accompagnatrice saharawi, signora Fatimetu che ha donato al sindaco un copricapo saharawi, ha espresso agli amministratori comunali ed alle famiglie che danno ospitalità, affetto e cura ai loro bambini, la gratitudine per il sostegno e l’aiuto offerto ai piccoli, tutti con problemi di disabilità, che ogni anno giungono in Italia per soggiorni climatici e per seguire trattamenti riabilitativi e cure mediche che non potrebbero avere nei campi profughi.

Il sindaco ha manifestato la vicinanza dell’Amministrazione comunale a questo popolo con cui il comune di Macerata ha sottoscritto un patto di amicizia nel 2001. Un popolo che da oltre 40 anni vive il dramma dell’indifferenza ed è costretto all’esilio nella parte più inospitale del deserto del Sahara nel sud ovest dell'Algeria, malgrado una risoluzione Onu abbia riconosciuto la causa del popolo Saharawi ed il loro diritto ad esprimersi con un referendum che dal 1992 ancora attendono.

Sono ventitrè i bambini, tra i 6 e i 10 anni, giunti i primi di luglio nella nostra regione che hanno soggiornato a Grottammare in una struttura messa a disposizione dal comune del centro della Riviera delle palme, mentre altri sono stati accolti in famiglie. Faranno ritorno a casa a fine mese.

Tra i progetti umanitari che Rio de oro porta avanti per i saharawi c’è “Casa Paradiso”, la casa di accoglienza e riabilitazione per minori disabili da realizzare a Bol-la nella quale i bambini e lo loro famiglie saharawi potranno proseguire il percorso riabilitativo avviato durante i soggiorni estivi nella nostra regione. Per sostenere questo ed altri progetti a favore del popolo saharawi, si può contattare l’associazione Rio de oro www.riodeoro.it






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-08-2014 alle 19:05 sul giornale del 28 agosto 2014 - 462 letture

In questo articolo si parla di attualità, macerata, comune di macerata

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/8Zi