Cingoli: concerto-spettacolo “Suoni nel prato dei sogni” con Neri Marcorè per la casa famiglia “Chicco di Grano”

2' di lettura 28/08/2014 - v

La madre di Nazareno Rocchetti ha sfidato il tempo, così come le centinaia di persone, che hanno preso parte al concerto spettacolo svoltosi all’interno della personale dello scultore maceratese. “Suoni nel prato dei sogni” aveva un unico obiettivo: raccogliere fondi per la casa famiglia “Chicco di grano” di Cingoli (MC). Per farlo scultura, musica e parole si sono unite nel nome di un’amicizia ormai solida e duratura. Neri Marcorè come non te lo aspetti, chitarra alla mano, accompagnato dal paroliere Edoardo De Angelis, e dal musicista Marco Caronna. Spettatori d’eccezione ovviamente Nazareno Rocchetti e le sue opere, oltre ai tanti che, coperta alla mano, hanno preso parte alla serata, stendendosi letteralmente sul “Prato dei Sogni” dello scultore maceratese.

“Quest’evento è frutto della storica amicizia tra me e Neri, entrambi figli di questa terra meravigliosa” ha dichiarato Nazareno Rocchetti “abbiamo voluto fare insieme qualcosa di buono, di bello per chi è meno fortunato. Un omaggio all’amore con amore”. Una serata-concerto che ha reso omaggio ai grandi nomi della musica d’autore italiana: da Bruno Lauzi a Francesco De Gregori, passando per Fabrizio e Cristiano De André. Denominatore comune l’amore con le sue meraviglie e le sue derive, declinato nelle sue diverse forme: amicizia, passione, desiderio del futuro, dunque sogni. “Abbiamo cercato di raccontare la complessità di questo sentimento mettendo le nostre capacità artistiche. Ci sembrava giusto e doveroso unire le energie per aiutare chi ne ha davvero bisogno”.

“I Sogni nel prato”, inaugurata lo scorso 23 luglio 2014 e curata dal critico d’arte Armando Ginesi, è stata allestita nel giardino attiguo all’abitazione di Rocchetti e ospita 31 opere in pietra e legno interamente realizzate dallo scultore maceratese e resterà aperta al pubblico fino al prossimo 30 settembre. Uno scenario destinato a tutti, non solo a celebri nomi di spettacolo: “L’arte deve essere accessibile a tutti. Gli spazi del mio giardino saranno sfruttati dalle compagnie teatrali, dai giovani che hanno voglia di fare arte e dai musicisti che si sentiranno ispirati - ha concluso Rocchetti – Entrate, liberatevi e sognate. È questo il mio messaggio rivolto ai visitatori”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-08-2014 alle 16:59 sul giornale del 29 agosto 2014 - 1128 letture

In questo articolo si parla di spettacoli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/82T