Urbisaglia: si festeggiano i primi 25 anni della nuova Casa di Riposo

casa di riposo di urbisaglia 2' di lettura 30/10/2015 - Domenica 1° Novembre 2015, alle ore 15.00, si festeggiano i primi 25 anni della nuova Casa di Riposo di Urbisaglia ed in quella occasione verrà presentato il primo Bilancio sociale dell'Istituzione Buccolini Giannelli, che gestisce le due principali strutture sociali di Urbisaglia: la Casa di Riposo e l'Asilo Nido.

Il numero degli ospiti presenti nella Casa di Riposo è passato da 9 nel 1990 fino agli attuali 55, con una lista di attesa di oltre un centinaio di anziani.
Dal 2010 la struttura si configura come una Residenza Protetta polivalente, rivolta all’ospitalità di anziani prevalentemente non autosufficienti, con prestazioni ed attività di tipo sanitario e riabilitativo, oltre che di tipo socio-assistenziale ed alberghiero.

La Casa di Riposo e l’Asilo Nido di Urbisaglia sono due storie di successo, che hanno radici profonde perché sono nate e cresciute dall’opera meritoria di due Istituzioni Pubbliche di Assistenza e Beneficienza (IPAB) di Urbisaglia, nate a fine 1800 per volontà di due grandi benefattori della città di Urbisaglia: Angelo Buccolini e Alessandro Giannelli Viscardi.
L’Istituzione Comunale Buccolini Giannelli trae origine dalla fusione di fatto in un’unica entità delle due IPAB preesistenti.

L’IPAB Casa di Riposo “A. Buccolini” fu fondata nel 1883 come: “Ricovero per vecchi cronici ed inabili al lavoro del Comune di Urbisaglia. Il suo scopo è dare asilo in separati vani e completo trattamento agl’Individui poveri d’ambo i sessi, colpiti da malattie croniche e da vecchiaia ed inabili per l’una o per l’altra causa a provvedersi del necessario alla vita. Ha inoltre lo scopo di fornire adeguata assistenza domiciliare agli anziani e/o cittadini disabili che hanno perso in via temporanea o permanente la capacità di provvedervi autonomamente ed in modo soddisfacente.”

L’IPAB Asilo Infantile “Conte Alessandro Giannelli Viscardi” fu fondata nel 1885 per volontà del dell’omonimo benefattore che decise di lasciare il suo cospicuo patrimonio per l’istituzione di “un Asilo Infantile a prò dei bambini di ambo i sessi appartenenti alle famiglie povere artigiane dell’interno del paese. Se le rendite dell’eredità sopravanzassero al bisogno del mantenimento dell’Asilo, il di più dovesse venire erogato a prò di un giovane povero di Urbisaglia, che sia d’ingegno e di buone speranze, per attendere agli studi a Macerata e quindi in altra Università secondo la sua tendenza naturale”.
Oggi la Casa di Riposo – Residenza Protetta di Urbisaglia, come pure l’Asilo Nido, per dimensione, per qualità dei servizi e per economicità delle rette applicate agli utenti, sono una realtà sovracomunale e rappresentano un punto di riferimento non solo per i cittadini del Comune di Urbisaglia, ma per molti Comuni limitrofi.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-10-2015 alle 18:28 sul giornale del 31 ottobre 2015 - 1301 letture

In questo articolo si parla di attualità, urbisaglia, Comune di Urbisaglia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/apSW





logoEV