Blitz al Nest, arrestati e rimessi in libertà i due gestori. All'interno del locale 12 grammi di cocaina

1' di lettura 14/11/2015 - Blitz notturno dei carabinieri della Compagnia di Macerata, in sinergia con i colleghi del Nucleo Ispettorato del lavoro e con la Polizia Municipale, nel Nest, il locale di viale Trieste.

Erano le 2:30 della notte tra giovedì e venerdì quando i militari hanno fatto il loro ingresso nel locale della movida per un semplice controllo amministrativo. Ma, una volta all’interno, hanno rinvenuto circa 12 grammi di cocaina pronta per la cessione.

Così i carabinieri hanno esteso la perquisizione alle abitazioni dei due gestori del noto locale: a casa del 31enne di Treia ma residente a Macerata Riccardo Sole hanno rivenuto 50 grammi di hashish mentre a casa del 24enne albanese Muhamed Falli altri 5,7 grammi di cocaina.

Pertanto la droga è stata sequestrata ed i due gestori del Nest arrestati con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Inoltre è stata disposta la chiusura del locale poiché, durante il blitz, i dipendenti in servizio sono risultati lavoratori in nero.

Infine, la Polizia Municipale ha provveduto a controllare che i clienti fossero in possesso della tessera. Il Nert è un circolo e come tale riservato ai possessori della tessera.

Venerdì mattina il giudice Giovanni Maria Manzoni, che ha convalidato l’arresto dei due gestori del Nert, entrambi difesi dall’avvocato Giancarlo Giulianelli, che si sono avvalsi della facoltà di non rispondere, li ha rimessi in libertà disponendo l’obbligo di firma. Il processo per direttissima è fissato per il 4 dicembre.








Questo è un articolo pubblicato il 14-11-2015 alle 11:23 sul giornale del 16 novembre 2015 - 609 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia municipale, macerata, Sudani Alice Scarpini, carabinieri di macerata, ispettorato del lavoro, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aqrQ





logoEV