Morrovalle: domenica all’Abbadia di Fiastra 'Le Botteghe per il Turismo'

2' di lettura 20/11/2015 - Venerdì alle ore 12 all’Hotel San Crispino di Morrovalle è stato presentata l’iniziativa "Le Botteghe per il Turismo" iniziativa ideata dall’associazione Le Terre del Picchio in collaborazione con la Federalberghi.

Domenica 22 novembre all’Abbadia di Fiastra le “Terre del Picchio” in collaborazione con Federalberghi Marche e con il patrocinio di UNICAM e UNPLI Marche organizza “Le botteghe per il turismo”. Ci saranno esposizione e mostre di 12 dei migliori espositori della manualità marchigiana. Una azienda di Morrovalle , la Enrico Spernanzoni srl, che propduce calzature fatte a mano, ha voluto questo evento. Ci sanno altre forme di manualità regionali e anche maceratesi nel settore dell’arte orafa, della pelletteria e del restauro. Diverse autorità nonché associazioni parteciperanno ad un dibattito nella mattinata, nel pomeriggio gli artisti continueranno la loro esposizione. È previsto l’arrivo di artisti di teatro e musica.

Dopo i successi della trasferta umbra in quel di Gubbio dove Giuliano Bellesi ha conosciuto don Matteo alias Terence Hill, Bellesi con “Le Terre del Picchio” ritorna nella media valle del Chienti. Dopo l’apertura del circolo ambientale presso il mulino Casarola-Rogani in via San Tommaso (provincia di Fermo) lo scorso 25 aprile, l’associazione si è dotata di una nuova sede organizzativa con l’apposizione di una targa in rame, opera di Sandro Tanucci di Force, anche lui espositore nei vari tour della manualità) presso l’hotel San Crispino di Morrovalle, portando così anche in terra maceratese movimento e interesse. L’associazione “Le Terre del Picchio” ha come mission la voglia di comunicare in stile ottocentesco energie e forme, arti e mestieri, percorsi enogastronomici, eventi culturali e sportivi legati al flusso del turismo.

Bellesi e la sua associazione in conferenza stampa hanno comunicato che Il 12 e 13 dicembre a Civitanova Marche in collaborazione con la locale Condotta Slow Food, presieduta dall’architetto Simone Pirro, nonché vicepresidente delle “Terre del Picchio”, verrà organizzato un evento denominata “pastanova”. La stessa amministrazione rivierasca ha confermato il patrocinio. La domenica sotto il loggiato di palazzo Sforza gli espositori mostreranno le loro forme di manualità. Nel frattempo si stanno contattando i ristoratori per proporre vari tipi di pasta del territorio e come primo piatto “lu polentò con l’abbiti e i furvi”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-11-2015 alle 17:42 sul giornale del 21 novembre 2015 - 1200 letture

In questo articolo si parla di attualità, artigianato

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aqH7





logoEV