Tolentino: multe per chi è colto in flagrante a gettare a terra mozziconi di sigarette

mozziconi 10/02/2016 - In questi giorni con l’entrata in vigore della nuova legge che prevede multe per chi è colto in flagrante a gettare a terra mozziconi di sigarette, sempre più cittadini e commercianti si rivolgono agli uffici comunali per far istallare ulteriori posacenere e cestini.

L’Amministrazione comunale e il Consigliere delegato all’Ambiente Antonio Trombetta precisano che già in passato diverse colonnine atte a raccogliere chicche e cenere di sigarette sono state posizionate all’ingresso di bar e ristoranti e che comunque molti cestini sono stati sistemati in punti strategici di piazze, vie e parchi pubblici. L’auspicio è che i cittadini e in questo caso i fumatori, utilizzano tutte quelle buone pratiche per evitare di gettare a terra un mozzicone di sigaretta, magari utilizzando piccoli dispositivi portatili come scatolette o porta cicche e che comunque cerchino di gettare la parte della sigaretta non fumata in uno dei tanti cestini presenti in città. Vale la pena ricordare che un mozzicone di sigaretta gettato a terra, se non raccolto, ad esempio in un prato, prima della sua naturale dissoluzione, che comunque produce polveri e materiali inquinanti, passa, addirittura, qualche anno.

Ecco allora che un po’ di buon senso e di educazione servono a non inquinare, a non sporcare e soprattutto aiutano a prevenire multe.
I mozziconi di sigaretta, gettati via dagli 1,5 miliardi di fumatori nel mondo, sono tanto inquinanti e pericolosi per l’ambiente e per la salute quanto i rifiuti industriali. Purtroppo, a giudicare soltanto dalla quantità che vediamo dispersa nelle nostre strade, sembrano essere molto rari quei fumatori che si preoccupano di gettare la cicca della sigaretta nei cestini. C’è addirittura chi non si fa scrupoli a gettarla nel mare: nel Mediterraneo, per esempio, rappresentano il 40% dei rifiuti (il 9,5% sono bottiglie di plastica, l’8,5% sacchetti di plastica, il 7,6% lattine di alluminio).

Accendere una sigaretta significa immettere in ambiente più di 4000 sostanze chimiche ad azione irritante, nociva, tossica, mutagena e cancerogena. Una parte di queste sostanze chimiche resta nel filtro e va a contaminare quella parte di sigaretta non fumata che comunemente chiamiamo cicca o mozzicone. Nelle cicche, quindi, è possibile trovare moltissimi inquinanti: nicotina, benzene, gas tossici quali ammoniaca e acido cianidrico, composti radioattivi come polonio-210, e acetato di cellulosa, la materia plastica di cui è costituito il filtro.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-02-2016 alle 20:02 sul giornale del 11 febbraio 2016 - 631 letture

In questo articolo si parla di politica, tolentino, Comune di Tolentino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/atx6


Smetto Adesso

11 febbraio, 14:49
L'assoluta, indiscutibile Consapevolezza in se stessi, è il metodo più grande per diventare un non Fumatore. Deve essere uno sforzo incessante per continuare nel mantenerla, perchè è il più alto e meritevole dovere se stai continuando a fumare. Per cui Smettere di Fumare adesso puoi, quindi fai la differenza qui: http://goo.gl/WTB0X6 ed è molto più facile!