“L'aperitivo”: tributo ad Albert Camus

15/03/2016 - Sabato 12 Marzo alle ore 21:00, presso il Teatro delle Logge di Montecosaro, l'Associazione Franca ha portato in scena “L'Aperitivo”, secondo spettacolo della Rassegna Scena Franca - Contenitore del Contemporaneo.

Omaggio ad uno dei massimi esponenti dell'esistenzialismo, Albert Camus, l'opera era già stata presentata come corto teatrale a Game 2015.

Sotto gli occhi di un pubblico attento ed entusiasta le scene si aprono con i quattro personaggi alle prese con un lento ripercorrere le origini del loro ieri che inevitabilmente li riporta alle realtà della perdita dei loro ideali per assumere oggi il ruolo di scheletri borghesi.

La vera presenza, che permetterà loro di ritrovarsi e riconoscersi, sarà allora l'unico grande assente, Pietro, l'amico defunto che non rappresenterà altro che la loro coscienza di giovani idealisti purtroppo morta schiacciata dalla falsità sociale.

La trama del film “Il Grande Freddo” accompagna lo svilupparsi della performance che vedrà i protagonisti riconquistare le proprie identità lasciando allo spettatore la responsabilità di chiudere un finale “aperto” con la speranza di aver reso critico chi non ricorda più chi era e non si riconosce in chi è oggi.

Al termine dello spettacolo il regista Oscar Genovese ed il cast composto da Romina Antonelli, Manuel Coccia, Roberto Marinelli e Caterina Trucchia sono stati ben lieti di confrontarsi con le domande e curiosità poste dai presenti rinnovando infine l'invito a partecipare ai prossimi eventi in programma della rassegna Scena Franca:

-domenica 20 Marzo C&C Company in “Maria Addolorata”;

-sabato 26 Marzo Quotidiana. Com in “L'anarchico non è fotogenico”.


di Lorenzo Possanzini
lorenzo.possanzini@vivereosimo.it
 






Questo è un articolo pubblicato il 15-03-2016 alle 15:40 sul giornale del 16 marzo 2016 - 801 letture

In questo articolo si parla di lorenzo possanzini, spettacoli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/auQC





logoEV