Tolentino: controlli nei laboratori cinesi, scoperto un lavoratore “in nero”

17/03/2016 - Stretta sui controlli in materia edilizia e del lavoro da parte della Polizia Locale di Tolentino. Le verifiche effettuate in queste con il prezioso supporto dell'Ispettorato del Lavoro di Macerata, sono state compiute in via Rossini presso un nuovo laboratorio di pelletteria a conduzione cinese.

Gli agenti coordinati dal nuovo responsabile del Corpo, Ten. Rocchetti David, hanno accertato oltre a precarie condizioni di lavoro, degli abusi edilizi volti a trasformare un'abitazione adiacente ai locali adibiti a laboratorio, in un dormitorio per i lavoratori.

“Queste collaborazioni ci consentono di incrociare i dati a disposizione dei diversi organi di controllo e di arrivare a risultati più incisivi”, cosi commenta il Ten Rocchetti che ha partecipato in prima persona all'operazione.

Durante le verifiche sembrerebbe essere stato sorpreso un lavoratore “in nero” nonché sarebbero stati portati alla luce diversi indizi in merito a fittizi contratti di lavoro su cui gli inquirenti stanno svolgendo accurate indagini.
La Polizia Locale invita la cittadinanza a collaborare e a segnalare situazioni anomale.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-03-2016 alle 17:45 sul giornale del 18 marzo 2016 - 669 letture

In questo articolo si parla di cronaca, tolentino, Comune di Tolentino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/auXg





logoEV