2 Giugno: Gentili (Monte San Giusto), Calvigioni (Corridonia) e Pantanetti (Macerata) alla parata a Roma

02/06/2016 - Sono stati i rappresentanti dei comuni italiani ad aprire il corteo per l'anniversario dei 70 anni della Repubblica. Tra sindaci, assessori e presidenti dei consigli comunali, le fasce tricolore a sfilare di fronte alle autorità, a partire dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il premier Renzi e numerosi ministri tra cui Pinotti, Alfano, Boschi, sono state 355.

La delegazione marchigiana è stata composta da Nazzareno Franchellucci sindaco di Porto Sant'Elpidio ed Andrea Gentili, Sindaco di Monte San Giusto, membri anche del consiglio direttivo di Anci Marche; Nelia Calvigioni Sindaco di Corridonia, Luciano Pantanetti, Presidente del Consiglio Comunale di Macerata, Roberto Coppi, Assessore all'Urbanistica del Comune di Urbino, Alessandro Ciarrocchi Assessore all'Ambiente e Patrimonio del Comune di Fermo.

"Non c'è paragone tra vedere la parata in televisione e parteciparvi attivamente perché si sente tutto il peso del tricolore e della fascia che portiamo – ha detto Gentili – che accresce il nostro senso di responsabilità nei confronti dei cittadini e del paese intero".

L'iniziativa voluta dall'Associazione dei Comuni Italiani è da considerarsi un atto di riconoscimento del ruolo costitutivo che Città e Comuni hanno nell'amministrazione della Repubblica e del riferimento quotidiano che gli amministratori rappresentano nei confronti dei cittadini per le domande, le aspettative, le ansie e le speranze dei cittadini assicurando servizi e prestazioni essenziali per la vita di persone, famiglie e imprese.

"Siamo alla vigilia di una consultazione elettorale che chiamerà al voto tanti italiani – ha aggiunto il sindaco di Monte San Giusto – e ritengo che far sfilare i sindaci in questa giornata punti a rafforzare la responsabilità che ogni cittadino deve sentire nel momento in cui deve esprimere il proprio voto e sentirlo come un diritto ma anche come un dovere civico per il quale molti si sono battuti e sono morti". "Per coloro che rappresentano le istituzioni come i sindaci – gli fa eco Nazzareno Franchellucci, Sindaco di Porto Sant'Elpidio – oggi è stato un momento speciale ed estremamente emozionante. Ci ha gratificato particolarmente l'applauso convinto della gente aldilà delle transenne, accorsa per assistere a questo momento di parata in cui coloro che sono attaccati alla tradizione, chi non vuole dimenticare la storia ed il cammino di libertà che l'Italia ha percorso a costo di tanti sacrifici, non dimentichi ma anzi rinnovi i sentimenti di attaccamento al tricolore che troppo spesso dimentichiamo".

Assente a Roma il Presidente di Anci Marche Maurizio Mangialardi che ha presenziato a quella di Ancona, ospite del prefetto Antonio D'Acunto, con la presidente dell'Upi Liana Serrani.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-06-2016 alle 18:24 sul giornale del 03 giugno 2016 - 1045 letture

In questo articolo si parla di attualità, urbino, roma, 2 giugno, macerata, corridonia, fermo, monte san giusto, porto sant'Elpidio, Anci Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/axF8