Atletica: grandi risultati ai Campionati Italiani di Bressanone per i ragazzi dell’AVIS Macerata

13/06/2016 - A Bressanone, tre giorni di gare per la sfida dell’anno nei Campionati Italiani di categoria, con in campo gli juniores e le promesse dell’atletica italiana, grandi risultati per i ragazzi dell’Atletica AVIS Macerata.

A segno Eleonora Vandi negli 800 delle under 23; superate agevolmente le batterie il venerdì, sabato in finale, in una gara tattica con passaggio in 65” ai 400, ha imposto il suo passo superiore e da esperta “finisseur” ha vinto l’oro e vestito la maglia tricolore in 2’07”05. L’atleta ha battuto, come la settimana scorsa a Tunisi, la forte Joyce Mattagliano, friulana nata in Sierra Leone, atleta esperta con un accredito di tutto rispetto (2’04”91), e l’altra friulana Elisa Rovere, già maglia azzurra giovanile nei 400 ostacoli; 2’08”40 e 2’10”14 il tempo delle ragazze dell’Atletica Brugnera Friulintagli. Non era una vittoria scontata ma la forte mezzofondista biancorossa ha avuto nervi saldi e acume tattico e il gradino più alto del podio è stato meritatamente suo.

Brillantissimo argento per Nicola Cesca che si è migliorato nei 110 ostacoli junior portandosi a 14”02, in una difficile gara con tre turni: batterie-semifinali e finale in poco più di 4 ore, arrivando un decimo di secondo dietro a un grande avversario Marco Bigoni della Pro Sesto, protagonista di una partenza fulminante, sceso al personal best di 13”91. Per i due atleti siamo su tempi che rappresentano i pass per la partecipazione ai Campionati del Mondo under 20 a Bydgoszcz (POL) dal 19 al 24 luglio; lo scorso anno Bigoni ha preso parte ai campionati del mondo allievi a Calì (Columbia) dove ha corso in 13”87; insomma, si tratta di un atleta di livello.

Ottimo sesto posto per Ilaria Sabbatini nella finale dei m. 1500 promesse dove ha trovato agguerrite concorrenti e dove si è imposta la Mattagliano con un gran tempo. 4’25”28 record personale per la friulana e 4’34”83 per la portacolori avisina.
Bravissimo anche Jacopo Tasso nel salto in lungo dove, superate le qualificazioni il venerdì per entrare nei 12 della finale, il sabato è cresciuto ancora e sotto una pioggia incessante ha superato il muro dei 7 metri (7.01), ottenendo un interessante 8° posto; pur essendo al primo anno junior è stato il terzo dei nati nel 1998.

Nono posto per Roberta del Gatto nei 100 piani promesse dove ha superato le batterie e per una posizione ha perduto la finale in 12”58, in una gara corsa sempre a sfavore di vento; l’atleta stessa è stata 13^ nei 200 metri conclusi in 25”34. La ragazza ha bisogno di altro tempo per ritornare al livello che gli compete; sta crescendo al ogni appuntamento agonistico ma l’infortunio patito nel 2014, che l’ha tenuta ferma per ben 18 mesi, richiede ancora un po’ di preparazione.

Bella la gara di Elisabetta Bray esordiente nella 10 km di marcia junior dove ha ottenuto un validissimo 57’56”30. Ancora fra le ragazze 14^ Alessia Conti nel martello promesse con m. 42.91 e 18^ Giulia Antonelli nei 400 ostacoli in 1’07”69.

Hanno chiuso le due staffette maschili: la 4 x 100 è 15^ in 43”80 con Francesco Ranzuglia, Marco Chiodera, Andrea Pietrella e Jacopo Tasso, 10^ la 4 x 400 in 3’30”04 con Nicola Cesca, Marco Chiodera, Francesco Ranzuglia, Andrea Pietrella.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-06-2016 alle 18:40 sul giornale del 14 giugno 2016 - 770 letture

In questo articolo si parla di sport, atletica, macerata, atletica avis macerata

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ax6o