Operazione 'Orange', la Guardia di Finanza esegue cinque ordinanze di custodia cautelare

Guardia di Finanza 29/07/2016 - Operazione ‘Orange’. I finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Macerata, alle prime ore dell’alba di venerdì, a conclusione di una complessa indagine inerente il contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, hanno dato esecuzione a cinque ordinanze di custodia cautelare.

Di queste 2 in carcere (C.G., 42enne originario di Santa Maria Capua a Vetere (CE) ma residente a Casette Verdini di Pollenza (MC) e M.S.J.A., 34enne originario di Santo Domingo (Repubblica Dominicana) ma residente a Macerata) e 3 agli arresti domiciliari (P.K.M., 36enne di origini polacche ma residente a Tolentino (MC), B.R., 20enne maceratese, e D.C.E., 21enne originario di Mistretta (ME) ma residente a Morrovalle (MC)).

Inoltre, nel corso delle indagini, coordinate dal Procuratore della Repubblica Giovanni Giorgio e dal Sostituto Procuratore della Repubblica Claudio Rastrelli, avviate nel 2015 in seguito alle informazioni apprese dai finanzieri durante un controllo nei confronti di un assuntore residente a Pollenza, al quale avevano sequestrato circa 80 grammi di marijuana, sono state eseguite 11 perquisizioni locali, di cui 3 nelle province di Verona e Caserta, con il rinvenimento e sequestro di 830 semi di marijuana, circa 20 grammi di hashish, circa 8 grammi di marijuana, oltre 7 grammi di cocaina, nove cellulari ed altro materiale utile alle indagini.





Questo è un articolo pubblicato il 29-07-2016 alle 20:30 sul giornale del 30 luglio 2016 - 302 letture

In questo articolo si parla di cronaca, guardia di finanza, Sudani Alice Scarpini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/azK2