Trasporto pubblico locale: Macerata tra le prime a firmare l'accordo che sblocca le risorse

autobus trasporto pubblico 04/08/2016 - Le aziende di Macerata, Fermo ed Ascoli sono state le prime, nel pomeriggio di giovedì, a firmare i contratti di servizio con la Regione, che dal primo aprile ha assunto le competenze che prima erano delle province.

La firma consente alla regione di liquidare alle imprese le risorse già stanziate in bilancio per coprire il periodo dal primo aprile e consentire alle imprese stesse di pagare gli stipendi ai dipendenti. Inoltre la giunta regionale ha incrementato le risorse sul trasporto pubblico locale in modo da consentire una durata del contratto fino all'espletamento della gara prevista dalla legge nazionale.

L’esecutivo ha infatti dato il via libera a una variazione di bilancio che, assieme agli atti già assunti in precedenza, consente l’utilizzo di 42,7 milioni di euro, finalizzati al contratto di affidamento provvisorio del servizio di trasporto pubblico locale extraurbano su gomma. Interessati tutti i cinque bacini di traffico della regione Marche su cui operano le Società consortili attualmente esercenti. Il contratto avrà validità dal primo aprile 2016 fino all’aggiudicazione definitiva del servizio, a conclusione della prevista procedura di gara.

“Con questa firma – commenta l’assessore ai Trasporti Angelo Sciapichetti – garantiremo stabilità al servizio extraurbano su gomma per tutto il territorio regionale, nell’interesse degli utenti e dei lavoratori del comparto”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-08-2016 alle 16:21 sul giornale del 05 agosto 2016 - 268 letture

In questo articolo si parla di regione marche, politica, autobus, trasporto pubblico

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/azXy