Tolentino: rimossi i mattoni pericolanti della ciminiera della ex fornace Massi

29/08/2016 - Con un intervento particolarmente complicato e pericoloso data l’altezza e quindi anche spettacolare da vedere, i Vigili del Fuoco del Distaccamento di Tolentino coadiuvati dal gruppo specialistico SAF, diretti dal funzionario coordinatore Ing. Stefano Tasso, hanno provveduto a rimuovere i mattoni pericolanti della ciminiera della ex fornace Massi, in via Lucentini.

Infatti lo storico manufatto, preservato all’indomani della nuova urbanizzazione della zona un tempo occupata dalla stessa fornace e considerato un rilevante elemento di archeologia industriale, nonostante fosse al suo interno completamente ingabbiato in una struttura metallica, purtroppo nella parte superiore ha ceduto, facendo cadere rovinosamente a terra diversi pezzi di laterizio.
Quindi si è reso necessario intervenire con un’autoscala dei Vigili del Fuoco che hanno operato a più di trenta metri di altezza, provvedendo ad “incappucciare” totalmente tutta la porzione superiore della ciminiera.

Grazie a questa operazione di messa in sicurezza, essendo venuto meno il pericolo di nuovi crolli, è stato possibile riaprire nei due sensi di marcia via Lucentini.
Per il Comune di Tolentino, l’intervento è stato seguito dall’Ufficio Tecnico che ha fornito la collaborazione necessaria.

Il Sindaco Giuseppe Pezzanesi ringrazia per quanto stanno facendo e anche per questo intervento i Vigili del Fuoco che stanno dimostrando ancora una volta a tutto il mondo, oltre alla loro infinita disponibilità e sensibilità, il loro grande grado di professionalità e preparazione nella gestione delle emergenze e tutta la loro grande abnegazione nel soccorrere le popolazioni e le comunità ferite dal terremoto.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-08-2016 alle 17:34 sul giornale del 30 agosto 2016 - 828 letture

In questo articolo si parla di attualità, tolentino, Comune di Tolentino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aAEI