Clandestino in città, espulso un tunisino

polizia generico 22/02/2017 - Nell’ambito di servizi preordinati, mercoledì mattina gli agenti della Questura di Macerata hanno effettuato quattro perquisizioni domiciliari e personali nei confronti di soggetti pregiudicati residenti all’Hotel House di Porto Recanati.

Nel corso di una perquisizione effettuata in un appartamento situato al 12° piano, il proprietario dell’immobile, un tunisino da molti anni residente in Italia, ha tentato di disfarsi della sostanza stupefacente detenuta gettandola dalla finestra. Immediatamente l’involucro, poi rivelatosi un calzino, è stato individuato e la cocaina, già divisa in nove dosi pronte per lo spaccio, sequestrata. L’uomo, nella cui abitazione è stato rinvenuto e sequestrato anche altro materiale ritenuto utile al proseguo dell’attività di indagine oltre alla somma di 3000 euro in contanti ritenuta provento dell’attività di spaccio, è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per il reato di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.

Anche a Macerata sono stai effettuati alcuni controlli ad abitazioni situate nella zona semicentrale della città. Nel corso di uno di questi è stato rintracciato un cittadino di origini tunisine risultato clandestino sul territorio nazionale. L'uomo è stato accompagnato presso l’Ufficio Immigrazione ed espulso dal territorio nazionale.





Questo è un articolo pubblicato il 22-02-2017 alle 15:07 sul giornale del 23 febbraio 2017 - 214 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli, 113, polizia di stato, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aGHV