Coldiretti Macerata: dall'incontro con il vescovo una speranza di ripresa per le aree terremotate

monsignor Nazzareno Marconi 13/04/2017 - Superare le difficoltà che le famiglie e le imprese terremotate continuano a vivere da quasi otto mesi e porre le basi per una ricostruzione che restituisca speranza e futuro a queste zone

E’ l’augurio venuto dall’incontro tra il presidente della Coldiretti Macerata, Francesco Fucili, e il direttore Giordano Nasini con il vescovo della Diocesi, monsignor Nazzareno Marconi che ha visitato la sede provinciale e officiato una celebrazione alla presenza degli imprenditori del consiglio provinciale dell’associazione, assieme al consigliere ecclesiastico Don Giuseppe Branchesi. Monsignor Marconi si è soffermato sui disagi che il tessuto produttivo della provincia continua a patire e che rappresentano un ostacolo alla ripresa dell’economia.

Una ripresa, ha ricordato, che non potrà che vedere protagonisti gli imprenditori agricoli, che non hanno abbandonato il territorio, nonostante tutte le difficoltà. Un augurio condiviso dal presidente Francesco Fucili, il quale ha ringraziato il vescovo per la vicinanza da sempre mostrata verso il mondo agricolo, e ha sottolineato come il sisma abbia colpito un territorio a prevalente economia agricola con una significativa presenza di allevamenti che è importante sostenere concretamente affinché la ricostruzione vada di pari passo con la ripresa dell’economia che in queste zone significa soprattutto cibo e turismo.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-04-2017 alle 10:39 sul giornale del 14 aprile 2017 - 222 letture

In questo articolo si parla di attualità, coldiretti macerata, monsignor Nazzareno Marconi, vescovo marconi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aIsA