Ratatà invade la città con un calendario ricco di appuntamenti

14/04/2017 - Dal 20 al 23 aprile Ratatà, festival di illustrazione, fumetto e editoria indipendente, tornerà ad animare i locali e le vie di Macerata.

Il festival è reso possibile grazie a una fitta rete di connessioni e finanziamenti locali e nazionali, anche attraverso una campagna crowdfunding (https://it.ulule.com/ratata-festival-2017/), la partecipazione fattiva del Comune di Macerata, micro sponsorizzazioni e collaborazioni con circoli e associazioni locali. Tante le iniziative che sono state presentate stamattina al Mercato delle Erbe – una delle tante location della manifestazione – nel corso di una conferenza stampa cpn l’assessore alla Cultura Sytefania Monteverde, Lisa Gelli, presidente associazione Ratatà, Nicola Alessandrini, vice presidente associazione Ratatà, Enrico Fiammelli della casa editrice Strane Dizioni e Lorenzo Bartolucci, curatore degli allestimenti.

“Il festival Ratatà fa emergere un mondo creativo pieno di energie e di ricerca di qualità - ha detto l’assessore alla Cultura Monteverde - nel campo dell’illustrazione e della graphic novel, un altro pezzo di questa Città del libro e Città che legge, come riconosce il Mibact. Ratatà invade gli spazi culturali con tantissime iniziative, belle sorprese. La città si scopre ogni giorno città per tutte le culture”. Fittismo il calendario degli appuntamenti tra cui quello delle mostre dedicate alle opere di Jesse Jacobs (Canada) in anteprima nazionale, Aurélie William Levaux (Belgio), Anke Feuchtenberger (Germania), e Professor Bad Trip (Italia), scomparso nel 2006.

Maisons Perdues è invece la collettiva di artisti italiani e internazionali, curata e prodotta dal festival stesso. Tema della mostra, la casa, luogo di vicinanza, sicurezza, memoria, minacciato da eventi catastrofici e storici, come le guerre, le grandi migrazioni che ne conseguono, o come il terremoto dello scorso ottobre che ha messo in discussione la realizzazione stessa del Ratatà festival. Novità di quest’anno è la location della mostra-mercato, nucleo centrale del festival e che vedrà la partecipazione di più di cento artisti e collettivi da tutta Europa .

Ad ospitare gli espositori sarà infatti lo scenario del Mercato delle Erbe, in via Armaroli. Interventi urbani permanenti per opera di artisti provenienti da tutta Italia, fra i quali Run, Gio Pistone, Alleg, Giulio Vesprini, Guerrilla Spam e Morden Gore, etc etc, in collaborazione con Mac, Manifestazioni Artistiche Contemporanee, ridisegneranno sottopassaggi ed punti focali della città. Grande rilevanza anche agli aspetti più ludici, con concerti, spettacoli teatrali, feste che animeranno luoghi simbolo della città durante i 4 giorni del festival, fra i quali segnaliamo il concerto del gruppo Peruviano Dengue Dengue Dengue! in collaborazione con il Terminal, in un tendone da circo montato al Foro Boario di Villa Potenza, e la grande serata del sabato sera al CSA Sisma, dove, oltre a Ratatatronic una mostra dedicata al videogioco d’autore, si alterneranno sul palco a partire dalle 22, Patrizio Dall’Argine, burattinaio di Parma, Sheriff Mouloud y El Zorro Loco (F), Patrick Catani (aka Candie Hank, D), Le Crabe (F).

Numerosi anche incontri, workshop per adulti e bambini ed iniziative collaterali.
Il programma completo nel sito www.ratata.it .





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-04-2017 alle 10:52 sul giornale del 15 aprile 2017 - 284 letture

In questo articolo si parla di macerata, comune di macerata

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aIuK