Macerata Racconta: taglio del nastro per la Fiera dell’editoria Marche Libri

04/05/2017 - Altra giornata densa di appuntamenti quella di domani, venerdì 5 maggio, per la settima edizione della festa del libro Macerata Racconta.

Fino al 7 maggio c’è la Fiera dell’editoria Marche Libri, sesta edizione, che ha come protagonista l’eccellenza della produzione editoriale che si realizza nelle Marche. Unica nel suo genere nel territorio marchigiano, Marche Libri, che verrà inaugurata alle ore16.30nei locali dell’ex Upim in coso Matteotti, si conferma uno spazio in cui trovare le migliori produzioni editoriali dell’intera regione e non solo, visto che al suo interno saranno ospitati anche alcuni editori provenienti da altre regioni italiane.

Marche Libri rappresenta un appuntamento importante per la cultura e l’imprenditoria editoriale che presenta in questa nuova edizione 47 case editrici che torneranno a esporre sia direttamente con propri stand che rappresentate dalla libreria del festival gestita dall’associazione Libri in città.

Le case editrici che daranno vita alla Fiera Marche Libri sono Affinità Elettive, Altreconomia, Andrea Livi Editore, Aras Edizioni, Biblohaus, Bravi, Cattedrale, Centro Editoriale e Librario Università della Calabria, Centro Studi S. Claudio al Chienti, Controvento Editrice, Editoria Studi Superiori, Edizioni Artemisia EUM – Edizioni Università Macerata, EUT– Edizioni Università di Trieste, EV, Fara Editore, Forum Editrice Universitaria Udinese, Giaconi Editore, Guasco, Il Lavoro Editoriale Ilari Editore, Infinito Edizioni, Ippocampo Edizioni, Italic Pequod, Le Ossa, Liberilibri Librati Edizioni, Lirici greci, Metauro Edizioni, Montag/ Orecchio Acerbo, Pisa University Press, Progetti Sonori, Quodlibet, Raffaello Editrice, Rivista Argo, Rrose Sélavy, SEM, Simple Edizioni, Sorbello Editore, Taschen Logos, Troglodita Tribe Urbaniana University Press, UT- rivista d’arte e culturale, Ventura Edizioni/Vydia Editore, Zefiro Edizioni

Subito dopo il taglio del nastro inizieranno gli incontri letterari di questa sezione che saranno aperti da Maurizio Angeletti con La maschera delle ombre che verrà introdotto dal giornalista Maurizio Verdenelli (Galleria Antichi forni, ore 17) al quale seguiranno i due incontri con Arianna Papini autrice delle illustrazioni di Portami con Te edito da Rrose Sélavy con introduzione di Massimo De Nardo e Piero Feliciotti (Biblioteca Mozzi Borgetti, ore 18) , e Renato Pasqualetti che, insieme all’assessore alla Cultura Stefania Monteverde e Valentina Conti, presenterà il suo nuovo libro, edito da Affinità Elettive, Carbonari a Macerata a 200 anni dai moti di Macerata del 1817 (Biblioteca della Filarmonica, ore 19).

Ma nella mattinata a dare il via alla serie di incontri, alle ore 11.30,nell’aula Shakespeare del polo didattico Tucci a palazzo Ugolini, sarà Edith Bruck. Nata in Ungheria, ai confini dell’Ucraina, in una numerosa e poverissima famiglia ebrea, nel 1944, a soli 12, anni viene deportata ad Auschwitz per poi passare ai campi di Dachau, Christianstadt e Bergen-Belsen dove viene liberata dagli alleati un anno dopo. Nel 1954 si stabilisce in Italia dove conosce Montale, Ungaretti, Luzi e stringe amicizia con Primo Levi, che la sollecita a ricordare la Shoah. Con l’opera Chi ti ama così, Bruck inizia la sua carriera di scrittrice e testimone. Edith Bruck porta a Macerata Racconta un memoir tenero e struggente La rondine sul termosifone, in cui la grande storia e le sue tragedie si affacciano come sfondo al racconto intimo dell’amore e della dedizione per suo marito, il poeta Nelo Risi, scomparso nel 2015. Una storia in cui il senso di una condivisione profonda – senza dubbi o alibi – è la forza di una mano che stringe e sostiene l’altra – nell’assenza, nel riposo, nella paura, nella tenerezza – e viene restituito nella sua verità più umana, divenendo luce e ispirazione, unico filtro attraverso cui si può ancora parlare della bellezza dell’amore.

Alle 12 ai Magazzini UTO aperitivo letterario con Simonetta Tassinari, insegnante di storia e filosofia, che ha attraversato diversi generi, dalla sceneggiatura radiofonica alla saggistica storico-filosofica, dal romanzo storico al romanzo brillante vincendo il premio “Il Pungitopo” e il “Premio di narrativa italiana inedita”, e ha collaborato con giornali e riviste. A Macerata Racconta presenta La sorella di Schopenhauer era una escort (Corbaccio), un ritratto affettuoso e divertente della generazione smartphone-munita e Wikipedia dipendente, serio e scanzonato, che va alla radice del bisogno di fingersi più bravi di quel che si è. Un libro utile ai ragazzi e agli adulti che fa riflettere sul paradosso di come le nuove fonti e le tecniche di ricerca delle informazioni abbiano facilitato la vita, ma al tempo stesso moltiplicato le possibilità di sbagliare. Questo libro contiene un repertorio di esilaranti errori di geografia, storia e filosofia pescati dalla quotidianità, e analizza le principali strategie messe in atto dagli studenti per far credere al professore che si sa quel che, invece, si ignora. Ma è anche il ritratto affettuoso e divertente della generazione smartphone - munita, che cerca affannosamente di cavarsela a scuola in una specie di lotta per la sopravvivenza non dissimile da quella del manager che tenta di imporsi, nell’eterno antagonismo tra chi giudica e chi deve essere giudicato.

Alle 15 Macerata Racconta propone la tavola rotonda, organizzata in collaborazione con il Dipartimento di Scienze politiche, della comunicazione delle relazioni internazionali UniMc Confini e conflitti. Chi decide i confini oggi? alla quale parteciperanno, dopo l’introduzione di Mauro Gentili, Luigi Spinola, Thierry Vissol, Gastone Breccia, Fabrizio Tonello e Angelo Ventrone.

In serata il primo appuntamento è alle 21.15al Teatro della Filarmonica con Francesco Recami, scrittore fiorentino che fa parte dell’olimpo della narrativa italiana di genere giallo e noir, dopo un passato da scrittore per ragazzi la sua popolarità arriva nel 2006 con il ciclo di romanzi, editi da Sellerio, dedicati al pensionato Amedeo Consonni che ha come ambientazione un tipico condominio milanese, le famose case di ringhiera e con i quali è stato finalista dei maggiori premi letterari italiani. Sellerio lo inserisce anche in diverse antologie insieme agli altri appartenenti della sua nutrita e straordinaria compagine di giallisti come Camilleri, Malvaldi, Manzini e Robecchi.

Commedia nera n. 1 è la sua ultima fatica letteraria – che presenterà a Macerata Racconta con Valerio Calzolaio - con la quale abbandona la casa di ringhiera e ci fa entrare questa volta in un appartamento dando vita a una nuova serie. Una serie che sarà agrodolce, ironica e cattiva alla sua maniera, in cui mescola e cita con sapienza i generi letterari prendendo di mira vezzi e malcostumi che intossicano le nostre cronache mondane e culturali. Un romanzo brillante e cinico. Una satira dei costumi sociali in cui l’autore inverte gli stereotipi maschili e femminili. Una nuova serie spietata e agrodolce.

Da segnalare infine, alle ore 21.30,al Duma l’incontro con la giornalista Daniela Amenta e il suo Freak out in anteprima nazionale. Chi è stato Freak Antoni e perché ci manca, ancora, così tanto? Chi era il “giovane urlatore di Bologna, molto estroso ma basso di statura” che ha inventato linguaggi, attraversato la scena musicale/culturale italiana come un fulmine, scardinando ogni regola, destrutturando l’insopportabile mondo del buon senso? Abbiamo tentato di ricostruirne la vita e la carriera attraverso storie (non solo pese), racconti, frammenti di canzoni, flash, ricordi. Freak Out (psicofisiologia di un genio) è il libro di Daniela Amenta, con le interviste di Ida Guglielmotti, conduttrice radiofonica, che esce per Compagnia Nuove Indye ed è il compendio al disco di inediti appena pubblicato da Cni Music.

Una biografia fuori dagli schemi con la postfazione e la discografia/bibliografia ragionata a cura di Giulio Pasquali, i contributi di Luca Pakarov e Diletta Parlangeli,e le amorevoli testimonianze di Guido Catalano, Gianni Celati, Massimo Depaoli, Stefano Disegni, Eros Drusiani, Roberto Grassilli, Danilo Masotti, Elisa Minari, Alessandra Mostacci, Sandro Oliva, Luca Pastore, Oderso Rubini, Brunetto Salvarani, Andrea Setti, Marino Severini e Vincenzo Sparagna. A seguire concerto di inediti di Freak Antoni con Alessandra Mostacci e Paolo Rigotto.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-05-2017 alle 12:39 sul giornale del 05 maggio 2017 - 773 letture

In questo articolo si parla di attualità, macerata, comune di macerata, macerata racconta

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aI16