Macerata unita e accogliente...grande partecipazione al convegno contro le discriminazioni etnico-razziali

12/05/2017 - Venerdì alle ore 10.30 presso l'Auditorium della Banca Marche a Macerata si è parlato di accoglienza e di discriminazioni razziali al convegno “Macerata unita e accogliente...immigrazione, accoglienza e non discriminazione” organizzato dal Comune di Macerata e dal Comitato territoriale UISP di Macerata in occasione della Festa dell'Europa, nell'ambito del progetto SportAntenne.

Il convegno è stato aperto dall'intervento di Camilla De Felice, coordinatrice territoriale di SportAntenne, che ha esplicato gli obiettivi del progetto e delineato le modalità grazie alle quali è possibile segnalare episodi discriminatori di carattere etnico-razziale; ha proseguito Federica Curzi, Assessore ai fondi e progetti europei del Comune di Macerata, la quale ha parlato delle iniziative legate alla Festa dell'Europa 2017; successivamente sono intervenute personalità di spicco nel settore accoglienza/discriminazione di livello nazionale come Mauro Valeri, sociologo e rappresentante dell'UNAR (Ufficio Nazionale Anti discriminazioni Razziali), che ha parlato della prevenzione e del contrasto delle discriminazioni etnico-razziali e Carlo Balestri, Responsabile delle politiche internazionali, della cooperazione e dell' intercultura all'interno della Uisp nazionale, il quale, parlando di sport come strumento per abbattere le discriminazioni razziali, ha presentato due grandi iniziative di fama nazionale: il Calcio Storie e i Mondiali Antirazzisti.

Sono intervenute poi Vaifra Palanca, componente della Fondazione Nilde Iotti, che ha lavorato per molti anni nel settore immigrazione presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, la quale ha proseguito con un intervento sull'accoglienza e sulla convivenza tra persone provenienti da differenti realtà e culture, e Natascia Mattucci, docente di Filosofia dei diritti umani presso l'Università degli Studi di Macerata, che ha parlato del diritto alla città e dell'importanza dell'appartenenza ad un luogo. Il convegno è proseguito poi con le testimonianze di tre grandi realtà presenti nel territorio maceratese che da molti anni si occupano di accoglienza e immigrazione: Norma Santori dell'Acsim, Viviana Giacomini del Gus e Valerio Tatarelli della Polisportiva Extravaganti. Il convegno ha visto la partecipazione di quasi 140 persone, di cui alcune classi dell' I.P.S.I.A F. Corridoni, resa possibile grazie all'impegno e alla sensibilità rispetto alle tematiche trattate del professor Ivano Zocchi, e diversi ragazzi dei centri di accoglienza dell'Acsim di Macerata.

Il convegno è stato sviluppato nell'ambito di SportAntenne progetto nazionale promosso dall’Uisp in accordo con Unar, finanziato dal Ministero dell’Interno e dall’Unione Europea-Fondo Fami 2014-2020 il cui obiettivo primario è quello di combattere e denunciare discriminazioni etniche e razziali, attraverso 16 presidi territoriali, chiamati “antenne”, collocati in diverse regioni, il Comitato territoriale Uisp di Macerata è responsabile per la Regione Marche. Le antenne avranno l'obiettivo, oltre che di raccogliere le segnalazioni razziali presenti nel territorio, anche di organizzare iniziative per favorire l’informazione e l’emersione di comportamenti discriminatori nei confronti dei cittadini dei paesi terzi, insieme ad attività sportive e sociali per l’integrazione, la sensibilizzazione e la mediazione.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-05-2017 alle 18:43 sul giornale del 13 maggio 2017 - 291 letture

In questo articolo si parla di uisp, sport

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aJh3