In due finiscono dietro le sbarre, 65enne per bancarotta, 41enne per rissa

polizia generico 15/07/2017 - Gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Macerata nelle giornate del 13 e 14 luglio, hanno dato esecuzione a due Ordini di Esecuzione per la carcerazione rispettivamente emessi dalla Procura della Repubblica di Bologna e dalla procura della Repubblica presso il Tribunale di Macerata.

Il primo provvedimento per l’espiazione della pena di 3 anni e sei mesi di reclusione è stato eseguito nei confronti di un 65enne domiciliato a Macerata resosi responsabile di bancarotta fraudolenta.

Il secondo, per l’espiazione della pena di un anno di reclusione, è stato eseguito nei confronti di un cittadino macedone di 41 anni per il reato di lesioni aggravate di cui si era reso responsabile durante una rissa. Entrambi gli individui sono stati associati alla casa di reclusione di Fermo.


di Sara Santini
redazione@viveremarche.it




Questo è un articolo pubblicato il 15-07-2017 alle 11:25 sul giornale del 17 luglio 2017 - 236 letture

In questo articolo si parla di redazione, 113, polizia di stato, Sara Santini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aLgN