Nel centro storico di Macerata alla scoperta dei “Giardini Aperti”

10/10/2017 - Si chiama Giardini Aperti la nuova iniziativa per il centro storico di Macerata alla scoperta dei giardini privati e delle aree verdi non sempre visibili a prima vista, presentata questa mattina in conferenza stampa nella sala Castiglioni della Biblioteca Mozzi Borgetti. Presenti l’assessore alla Cultura, Stefania Monteverde, Letizia Carducci, Cinzia De Santis, Alberto Cicarè e Francesca Tesei del collettivo Spiazzati!.

 Domenica 15 ottobre cittadini e turisti sono invitati a passeggiare nel centro storico alla scoperta delle piccole oasi di pace e bellezza che si nascondono dietro portoncini insospettabili, fazzoletti di terra testimoni dell’antica coltivazione a scopo alimentare per lo più mai visti, aperte per un giorno alla cittadinanza grazie all’ospitalità dei proprietari e alla collaborazione di alcuni artisti.

  È’ una proposta di Spiazzati!, il collettivo di cittadini e associazioni da tempo attivo a Macerata che si adopera per la crescita della cultura della cura dei beni e dei paesaggi attraverso l’adozione di buone pratiche come è accaduto con il progetto Piantala!, con cui sono stati arredati piccoli angoli del centro storico per spingere residenti e commercianti a prendersi cura degli spazi pubblici. 

  Giardini Aperti nasce con il patrocinio dell’Amministrazione comunale che è impegnata in un progetto di valorizzazione del centro storico:“La città si valorizza anche grazie all’impegno dei cittadini che vedono la sua bellezza e sanno averne cura – ha affermato l’assessore alla cultura Stefania Monteverde. –   Per questo sosteniamo con piacere il progetto Giardini Aperti e collaboriamo attivamente per trovare altre buone pratiche. L’obiettivo a cui guardiamo è fare di  Macerata una città giardino”.

  “Siamo un collettivo di cittadinanza attiva che sta cercando di mettersi alla prova su tematiche in progress. Dopo i singoli eventi dedicati a bambini e anziani e quello organizzato a dicembre scorso intitolato ‘Evento Avvento’, che ci ha visto impegnati 24 giorni in piazza Mazzini con una grande partecipazione di cittadini e di associazioni,  è stato lanciato il tema del verde su cui ci siano ritrovati tutti”.

  Il programma di Giardini Aperti per domenica 15 ottobre dà appuntamento a tutti alle ore 15.30 all' Orto dei Pensatori, in vicolo Illuminati con Angela Montironi per l'introduzione storico urbanistica agli spazi verdi dentro le mura. A ogni partecipante sarà consegnata una mappa con cui andare alla scoperta libera dei giardini privati dove troveranno sorprese artistiche.  

  Dalle 16 fino alle 18 i giardini visitabili sono: Giardino Ermini in vicolo Tornabuoni, dove ad accogliere ci sarà Luigina Giordani, paesaggista e scrittrice, che spiegherà che cosa significa progettare il verde; Giardino Paternesi in vicolo degli Orti con musica, canti e danze medievali in compagnia dell’associazione Quam Pulchra Es; Giardino Piergiacomi in vicolo degli Orti con le installazioni di Donatella Fogante e l’ospitalità del tè con Elvira De Bellis; Giardino formale in vicolo degli Orti: come disegnare lo spazio, con Francesca Tesei; Giardino Eclettico in vicolo Spada Lavini: sconfinando dalla casa al terrazzo con piccoli segni di ospitalità. Previsti anche intrattenimenti  musicali con Costanza Marchiani e le installazuioni site  specific di Lucia Bonomo, Laura della Valle e Marta Alvear Calderon diplomate dell’Accademia delle Belle Arti.

  Il collettivo Spiazzati! per Giardini Aperti è formato da Alessandra Bellucci, Letizia Carducci, Alberto Cicarè, Cinzia De Santis, Valentina Gianfelici, Camilla Iannini Murray, Emanuela Saporito, Francesca Tesei, tutti volontari mossi da spirito di cittadinanza attiva e di collaborazione con l’Amministrazione pubblica.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-10-2017 alle 12:02 sul giornale del 11 ottobre 2017 - 259 letture

In questo articolo si parla di attualità, macerata, comune di macerata

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aNOT