Federalberghi Macerata si ritrova per Natale e guarda al futuro: 19 gli alberghi inagibili nell'entroterra

16/12/2017 - Albergatori della provincia di Macerata uniti per la rinascita del turismo.

E’ il messaggio augurale del tradizionale appuntamento pre-natalizio dell’Associazione Federalberghi Macerata, giunto alla 37^ edizione e svoltosi nell’elegante cornice di Villa Castellani a Mogliano. Presenti nell’occasione anche illustri ospiti come i senatori Remigio Ceroni e Mario Morgoni, l’ex rettore di Unicam Flavio Corradini ed altre autorità e sostenitori della serata.

Albergatori che sono stati in prima fila e lo sono ancora nell’accoglienza degli sfollati del sisma, per un’emergenza che è lenta ad essere superata. “Il territorio e le Imprese associate – ha detto il riconfermato presidente di Federalberghi Macerata Massimo Milani - si sono concentrate in particolare sul come rialzare la testa dopo il tremendo terremoto; hanno combattuto e stanno lottando per dare futuro alle attività economiche di un’area cruciale per l’intero sistema turistico regionale. La tenacia e la forza con cui gli operatori si sono adoperati in questa delicatissima fase sono state encomiabili”.

Territorio maceratese che ha subito un forte colpo dal sistema ricettivo, con ben 19 alberghi totalmente distrutti e che attendono ancora una soluzione alternativa. “Ci sono strutture che non possono operare perché sono ancora inagibili - ha continuato il presidente Milani - e su di loro deve concentrarsi la nostra attenzione perché al più presto queste attività economiche devono rivedere la luce e un nostro obiettivo prioritario deve essere lavorare. Dobbiamo dunque proseguire nel solco già tracciato in questo anno orribile, nel quale abbiamo condensato la nostra assistenza sindacale a queste imprese grazie anche e soprattutto al supporto di Confcommercio Marche Centrali che è stata una presenza costante e preziosa”.

Per il futuro il progetto è quello di ricostruire a seconda delle nuove esigenze e tecnologie d’innovazione, per rendere le strutture più confortevoli e adeguate ai clienti. “E’ stato dunque un anno importante ed intenso per Federalberghi Macerata e per Confcommercio Marche Centrali – dice Milani - ma soprattutto per quegli amici e colleghi che ancora oggi stanno scontando gli effetti devastanti del sisma. Solo pochi mesi fa, l’Assemblea dei soci ha deciso di rinnovarmi la fiducia per un ulteriore mandato, un compito che ho accettato con senso di responsabilità premettendo che l’impegno è stato e sarà totale in primis per superare la fase post-sisma dopo di che si potranno gettare le basi per un naturale ricambio a partire dal prossimo mandato”.

L’intento di tutti, operatori turistici e del settore, politici e imprenditori, è di lavorare in sinergia per una ripresa più immediata possibile. “Il mio auspicio è che si arrivi a quel passaggio con un consolidamento della ripresa post-sisma - conclude Milani - e con l’affermazione del turismo settore del futuro per la nostra provincia e per la nostra regione. Il lavoro che stiamo svolgendo con Confcommercio Marche Centrali punta proprio a portare il turismo a livello di qualità importanti con ritorni economici altrettanto rilevanti per la nostra regione grazie in particolare alla promozione e alla definizione delle linee guida per lo sviluppo di settore. E’ una sfida continua dunque che è diventata ancora più complessa dopo l’estate e l’autunno del 2016. Ma noi non ci pieghiamo, siamo marchigiani, siamo tosti e siamo duri. Per questo riusciremo a vincere anche questa difficile prova in nome dell’unità, della forza comune e della solidarietà che nasce in primis dalla nostra coesione”.


di Angelo Ubaldi
redazione@viverecamerino.it






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-12-2017 alle 16:47 sul giornale del 18 dicembre 2017 - 228 letture

In questo articolo si parla di attualità, angelo ubaldi, Federalberghi, alberghi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aPXK





logoEV