Tolentino: a "supporto" del Castello della Rancia la ex casa colonica, una proposta per i lavori

Castello della Rancia 30/12/2017 - Il Comune è proprietario del Castello della Rancia, struttura di interesse storico ed architettonico, ben visibile dalla superstrada Civitanova Marche–Foligno, impiegata per manifestazioni teatrali e culturali, in questi ultimi anni è diventato luogo preferito da curatori di eventi di ogni tipo, con un continuo aumento di frequentatori.

Nell’ottica di un ulteriore sviluppo dell’intera zona, visto che all’interno dello storico edificio non è possibile impiantare alcun tipo di attività, è stata valutata la possibilità di creare strutture di supporto a castello, di tipo turistico-ricettivo, di somministrazione e ricreative, punto informativo per i turisti nonché di ristoro e centro di attività ludiche.

A tal proposito l’Amministrazione comunale aveva provveduto ad affittare dalla Fondazione Giustiniani – Bandini la ex casa colonica con relativi accessori, ristrutturata solo in parte e che si prestano per realizzare tali strutture di supporto turistico-ricettive ed informative e nel contempo aveva bandito un’asta pubblica per l'individuazione di un soggetto che assumesse l'onere dei lavori di sistemazione, almeno dell'edificio principale, per il suo arredo e per la dotazione degli spazi esterni

Una offerta è stata formulata dalla ditta "Pendragon srls di Scalzini Silvano" di Tolentino che ha proposto diversi interventi nell’edificio principale, piano terra - ristorante con cucina, osteria tradizionale, piano primo - servizio turistico-informativo, uffici direzione e gestione; accessorio “ex fienile” - laboratorio per la produzione e lavorazione di prodotti tipici e scuola di formazione cucina tipica e tradizionale; accessorio “ex stalla” - bed and breakfast; corte di pertinenza/spazi esterni - orto biologico.

Pertanto il Sindaco e la Giunta hanno approvato la proposta della ditta "Pendragon srls di Scalzini Silvano" per la realizzazione di una attività di tipo turistico-ricettivo a supporto del Castello della Rancia attraverso la realizzazione di interventi sinergici di interesse turistico e di accoglienza, ricreativo e formativo riguardanti la tradizione culinaria locale per turisti e cittadini del territorio interessati alle attività proposte, prendendo atto dell’offerta economica corrispondente al canone annuo di locazione di € 9.780,00 oltre I.V.A., in aumento rispetto il canone posto a base di gara e dell’offerta tecnica formulata che comprende la ristrutturazione del piano terra dell’edifico principale per un importo lavori di € 78.111,31, la completa demolizione e ricostruzione dei fabbricati accessori con impiego di materiali e tecnologie caratterizzate da basso impatto sull’ambiente e ridotto consumo energetico, nel dettaglio, il rifacimento dell'ex fienile per un ammontare dei lavori di 201.718,99 € e dell'ex stalla per un importo dei lavori di 194.490,76 € oltre I.V.A. e spese tecniche specificando che la realizzazione di tale attività di supporto del Castello da parte della ditta "Pendragon srls di Scalzini Silvano" non comporta spese per il Comune.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-12-2017 alle 09:40 sul giornale del 02 gennaio 2018 - 212 letture

In questo articolo si parla di attualità, tolentino, Comune di Tolentino, castello della rancia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aQiw