Fabriano: Lodolini, “Per la crisi della meccanica occorrono interventi urgenti”

22/02/2018 - “La vicenda Tecnowind ha riproposto il tema drammatico della crisi del settore della meccanica che ha colpito duramente in questi anni il fabrianese a causa non solo della congiuntura economica ma anche di scelte scellerate da parte di grandi gruppi che penalizzano il tessuto sociale del nostro territorio”

“Sulla questione Tecnowind già nel gennaio 2017 presentai un’interrogazione parlamentare a seguito della comunicazione da parte della Tecnowind arrivata alle O.O.S.S nella quale l’azienda annunciava la mancata erogazione delle spettanze (stipendio di dicembre e 50% della tredicesima), causa mancanza di risorse finanziarie, e la mancata concretizzazione dell’operazione di rafforzamento patrimoniale annunciato essere prossimo ma nuovamente slittato”.

“La situazione è precipitata e ritengo indispensabile che il prossimo Parlamento ed il Ministero dello Sviluppo Economico in particolare, metta in cima alle priorità il riconoscimento di Area di Crisi complessa del Distretto della Meccanica leggera Fabriano-Jesi così come accaduto col Distretto della Calzatura nel fermano, sostenendo un comparto che per decenni è stato il motore dell’economia di questo territorio creando lavoro e benessere.

In questa battaglia occorre che il territorio abbia dei rappresentanti in Parlamento che, a fianco della Regione Marche, siano pronti a proseguire il lavoro fatto tamponando una crisi sociale che rischia di creare spopolamento e disagio sociale. Oggi si è riunito per l’ultima volta il Consiglio dei Ministri quindi non è possibile fare nulla nell’immediato, ma assumo impegno, se eletto, di interessare immediatamente il nuovo governo."





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-02-2018 alle 18:07 sul giornale del 23 febbraio 2018 - 657 letture

In questo articolo si parla di attualità, emanuele lodolini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aRWS