Picchia il compagno della ex: arrestato per stalking

08/04/2018 - I carabinieri della stazione di Appignano, coadiuvati dai colleghi di Corridonia e Cingoli, hanno arrestato due cittadini albanesi, un 28enne residente a Macerata censurato, ed il cognato, 21enne, incensurato, abitante pure a macerata, per atti persecutori e lesioni aggravate.

Tutto inizia quando l’ormai ex convivente del 28enne albanese inizia una relazione sentimentale con un italiano. Allo straniero la cosa non va giù ed inizia una serie di atti minacciosi e persecutori sia verso l’ex compagna che verso il nuovo amore della donna. Scattano le denunce nei suoi confronti ma non basta a placare il rancore dell’odierno geloso “Otello”.

L’epilogo nella serata di sabato quando l’albanese, con la complicità del connazionale, aggredisce brutalmente, utilizzando anche un attrezzo in ferro, il nuovo amore della sua ex convivente, un soggetto italiano 43enne della zona.

L’uomo finisce in ospedale per policontusioni e ne avrà per 30 giorni.

I carabinieri di Appignano, intervenuti dopo l’aggressione, ricevute le prime notizie, si mettono subito all’opera ed iniziano le ricerche con l’ausilio dei colleghi di Corridonia e cingoli. In breve tempo riescono ad identificare il complice e dopo poco il 29enne viene rintracciato nei pressi della sua abitazione mentre il complice poco distante. Nell’auto del 28enne viene recuperata la spranga in ferro, un attrezzo di 70 cm e del peso di oltre 2 chilogrammi, solitamente utilizzato dai camionisti per lo smontaggio dei bulloni per il cambio pneumatici. L’arnese viene sequestrato.

I due sono stati arrestati. Il 28enne con l’accusa di “stalking” e lesioni mentre il complice di lesioni in concorso.


di Sara Santini
redazione@viveremarche.it






Questo è un articolo pubblicato il 08-04-2018 alle 13:02 sul giornale del 09 aprile 2018 - 182 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aTor