M5S: "La questione del gioco d'azzardo va affrontata seriamente". Presentata una mozione

21/04/2018 - Le recenti statistiche dicono che almeno 1 italiano su 4 vive direttamente o indirettamente il problema della ludopatia che come sappiamo genera persone che si trasformano in giocatori compulsivi e distruggono se stessi, i propri familiari ma anche tutti coloro che frequentano.

96 MILIARDI l’importo annuale del gioco, 1600 euro procapite!!

Sorprende, ma non troppo, che di fronte ad una chiara vittoria dell’interesse economico sul bene comune siamo un po’ tutti blandi.

Lo Stato incassa soldi da un monopolio vergognoso e conteggia solo gli incassi dimenticando che abbiamo ed avremo in cura milioni di persone affette da ludopatia e che quindi presto saranno più i costi economici che i benefici.

Al Governo fanno leggine per non disturbare i gestori, probabilmente perché se andate a vedere i soci di queste multinazionali del gioco ci sono coinvolti vari parlamentari.

Di fronte a questo muro che sembra insormontabile le Regioni tentano di spegnere l’incendio ed emanano Leggi per arginare il fenomeno. Fanno bene, secondo noi, ma tratteremmo il gioco d’azzardo al pari delle droghe pesanti in quanto ormai il fenomeno è pari a quello della dipendenza da droga e genera redditi immensi.

Che l’economia abbia vinto sul bene comune ne abbiamo avuto dimostrazione quando multe da 9miliardi inflitte alle “case del gioco” sono state trasformate in qualche migliaio di euro.

Il solletico al gigante.

Questo paese farà grandi passi avanti quando romperà il grande legame tra politica ed interesse economico, che questo fenomeno fa uscire con evidenza.

Il consiglio comunale nel dicembre 2015 votò all’unanimità un odg che chiedeva all’amministrazione di avviare la costruzione di un regolamento appena la Regione avesse leggiferato sull’argomento.

La Regione ha leggiferato nel febbraio 2017, più di un anno fa.

L’ordinanza del Sindaco va nella giusta direzione, ma è come svuotare il mare con il secchiello.

Un regolamento comunale già sarebbe qualcosa di meglio in quanto avrebbe più forza in quanto creato da un consiglio comunale e non da un singolo soggetto. E’ per questo che lunedì, con una nostra mozione, chiederemo di metterci al lavoro per costruire insieme un regolamento serio in base alla Legge Regionale che reputiamo congrua, in quanto nata da una grande condivisione tra i gruppi consiliari.

La nostra speranza è che si prenda tutti coscienza dell’enormità del fenomeno e non si continui a dare un’aspirina a chi ha una malattia grave, ma si arrivi presto a vietare il gioco d’azzardo, partendo ad esempio dal vietare la pubblicità ossessionante in TV che alimenta canali difficilmente controllabili (online).

Che non si tratti il grave problema del gioco d’azzardo con la leggerezza con la quale si sono trattate altre criticità in questa città.

Speriamo davvero che ogni consigliere voglia con forza votare la mozione.

In pdf la mozione



...

...





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-04-2018 alle 09:45 sul giornale del 23 aprile 2018 - 207 letture

In questo articolo si parla di politica, Movimento 5 Stelle Macerata

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aTPy