Volley: Lube sconfitta 3-1 in gara 3 di finale, Perugia avanti 2-1 nella serie

Lube Volley 4' di lettura 29/04/2018 - Il Pala Evangelisti resta un tabù in questa stagione per la Cucine Lube Civitanova (quattro sconfitte su quattro). I biancorossi si arrendono in quattro set in Gara 3 della finale playoff di SuperLega UnipolSai, e sotto adesso 2-1 nella serie, mercoledì 1 maggio alle 18.00 scenderanno in campo all’Eurosuole Forum di Civitanova Marche con l’obbligo di vincere per prolungare le proprie speranze di mantenere cucito sul petto lo scudetto conquistato nella passata stagione.

La partita

Sestetto tipo sulla sponda perugina, mentre nella metà campo biancorossa Giampaolo Medei opta per l’assetto protagonista della rimonta in Gara 2, con Stankovic al centro insieme a Cester, e Kovar a formare la diagonale di posto 4 con Juantorena. E’ la battuta l’arma vincente del primo set per i perugini, che prendono il largo quando dai nove metri c’è Atanasijevic (6-3, poi anche l’ace del 14-10), ma riescono a fare molto male alla precaria ricezione biancorossa anche con la float di Anzani (18-12, per il centrale di casa 5 punti col 100% sui primi tempi e 2 muri).

Fatica quindi moltissimo il cambio palla dei campioni d’Italia in carica (solo 33% di efficacia in attacco dopo ricezione positiva), che solo nel finale, con Juantorena in battuta, riescono a mettere momentaneamente in apprensione i padroni di casa, risalendo dal 18-24 al 21-24. Finisce 25-21. E’ più equilibrato il secondo parziale, che da una parte vede Bernardi gettare nella mischia Berger per Russell, e dall’altra Medei che nel finale utilizza anche Sander e Candellaro. Dopo il punto a punto che si trascina fino al 15 pari, la zampata vincente la trova nuovamente la Sir, più incisiva al servizio e soprattutto in fase di contrattacco: il break decisivo arriva con un muro di Atanasijevic su Kovar (17-15), ma è un ace di Podrascanin a scrivere virtualmente la parola fine nel set, segnando il 22-19 sul tabellone (finirà 25-21).

Medei lascia in campo Sander e Candellaro nel terzo set, in cui la sfida continua a correre sui binari dell’equilibrio, e stavolta si decide in favore della Cucine Lube, brava a trovare finalmente un fluido cambio palla (Juantorena 6 punti col 56% sulle schiacciate, Sokolov 3 punti col 75%) approfittando degli errori avversari: l’attacco out di Berger vale il break sul 19-17, quelli successivi di De Cecco e Zaytsev mandano invece la squadra biancorossa sul 24-20, allungando di fatto la partita. Fino al quarto set, in cui è la battuta di Atanasijevic (top scorer della partita con 24 punti) a mandare Perugia sul 2-1 nella serie, firmando i due ace di fila che scrivono il 21-17 per i padroni di casa, e chiudono le ostilità con anticipo rispetto a quello che sarà concretamente il 25-23 finale.

Il tabellino

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: Ricci n.e., Cesarini n.e., Shaw, Russell 2, Zaytsev 10, Della Lunga n.e., Siirila n.e., Berger 8, Colaci (L), Atanasijevic 24, De Cecco n.e., Andric n.e., Anzani 11, Podrascanin 8. All. Bernardi.

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Sokolov 18, Candellaro 1, Sander 10, Marchisio n.e., Juantorena 15, Casadei n.e., Stankovic 4, Kovar 3, Grebennikov (L), Christenson 1, Cester 4, Milan n.e., Zhukouski 1. All. Medei.

ARBITRI: Satanassi (RA) – Sobrero (SV).

PARZIALI: 25-21 (30’), 25-21 (30’), 21-25 (27’), 25-23 (32’).

NOTE: Spettatori 4098. Perugia: battute sbagliate 19, ace 10, muri vincenti 8, 37% in ricezione (18% perfette), 49% in attacco. Lube: battute sbagliate 24, ace 5, muri vincenti 6, 34% in ricezione (18% perfette), 48% in attacco.

Le parole dei protagonisti a fine match

Giampaolo Medei: “Abbiamo provato a non mollare nel terzo e nel quarto set, senza riuscirci proprio all’ultimo punto ma la parte negativa è stata la partenza nella gara: non è possibile ogni volta entrare in partita nella seconda parte del match, come successo in tutte e tre le gare. Dobbiamo essere più lucidi, i break sono arrivati sui nostri errori, inoltre vanno sfruttate meglio alcune situazioni. Martedì servirà una Lube più determinata sin dai primi punti, lavoreremo sull’approccio alla partita”.

Micah Christenson: “Abbiamo commesso molto errori, giocando male: bisogna iniziare meglio le partite e dimostrarlo subito martedì. Noi crediamo ancora di potercela fare, ora pensiamo soltanto a vincere Gara 4, perché l’ultima occasione per recuperare e scenderemo in campo con i nostri tifosi per conquistare Gara 5”.

Dragan Stankovic: “C’è poco tempo per ripensare a Gara 3, dobbiamo reagire subito in Gara 4 e vincerla per tornare ancora una volta al PalaEvangelisti per lottare e conquistare lo Scudetto. Anche oggi l’abbiamo persa noi, abbiamo preso troppi ace perdendo poi per pochi punti nel finale di quarto set senza riuscire stavolta nel recupero”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-04-2018 alle 11:25 sul giornale del 30 aprile 2018 - 221 letture

In questo articolo si parla di pallavolo, sport, volley, volley lube

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aT4q