Tolentino: successo per la 23° edizione della rievocazione storica della Battaglia di Tolentino

09/05/2018 - Oltre 3.000 spettatori, circa 300 rievocatori provenienti da tutta Italia e da altre nazioni europee come la Germania, e la Repubblica Ceca. Diverse decine di chilogrammi di polvere nera esplosa durante le due giornate della rievocazione.

Questi alcuni dei numeri che possono rendere l’idea del grande successo registrato dalla 23° edizione della rievocazione storica della Battaglia di Tolentino, combattuta, nei pressi del Castello della Rancia, il 2 e 3 maggio del 1815 dalle truppe franco-napoletane del Re di Napoli Gioacchino Murat e dagli austriaci comandati dal Barone Federico Bianchi e considerata dagli storici come il primo scontro per l’indipendenza d’Italia.

La rievocazione storica è organizzata dall’Associazione Tolentino815 con il contributo e il patrocinio della Regione Marche, del Comune di Tolentino, della Camera di Commercio di Macerata, dell’Unione Montana dei Monti Azzurri e dell’Associazione Marchigiana Rievocazioni Storiche e con la collaborazione del Comitato Bicentenario Murattiano, Associazione Storico Modellistica, Protezione Civile, Associazione Setteottavi di Treia, Istituto per la Storia del Risorgimento italiano, Pro Loco TCT, Bruno Cherubini Centro e Ufficio Stampa, Ufficio Cultura del Comune di Tolentino, Meridiana ed Eventi Diversi.

Grande soddisfazione sia del Sindaco Giuseppe Pezzanesi che della Presidente Patrizia Francioni Scisciani che hanno voluto ringraziare tutti i rievocatori, il pubblico, quanti hanno collaborato per l’organizzazione e la buona riuscita della manifestazione, gli sponsor e in particolare la Regione Marche per aver sostenuto l’evento. Un pensiero speciale è stato rivolto a Paolo Scisciani indimenticabile ideatore della manifestazione, prematuramente scomparso.

Anche l’Assessore al Turismo Silvia Luconi e l’Assessore alla Cultura Alessia Pupo si sono complimentate con i promotori dell’evento e hanno sottolineato la presenza di tanti turisti che hanno scelto Tolentino per trascorrere il primo week end di maggio, apprezzando anche l’offerta turistica, culturale, l’ospitalità delle strutture ricettive e la prelibatezza delle tipicità enogastronomiche. Del resto, proprio per rafforzare l’accoglienza dei turisti, è stato anche organizzato un mercatino nel centro storico arricchito dalle offerte dei negozi che sono rimasti aperti, anche nella giornata di domenica.

Il Comandate di Campo Gianfranco Ruello, nelle due giornate, ha diretto in maniera impeccabile i due eserciti che hanno dato vita ad una rievocazione molto spettacolare che, in maniera fedele, ha riproposto al pubblico, in maniera molto emozionante, le fasi salienti delle due giornate della battaglia, sino alla sfortunata e inopportuna ritirata di Gioacchino Murat che ha portato alla disfatta delle sue truppe. I gruppi storici che hanno partecipato non si sono risparmiati e hanno proposto varie movimentazioni come i “carrèe” o le formazioni a “riccio”. Il tutto è stato reso ancora più spettacolare grazie alle cariche a cavallo del 2° Cavalleggeri e del 5° Reggimento Corazzieri e dal crepito delle armi ad avancarica a pietra focaia e dai colpi di cannone che hanno echeggiato nella valle del Chienti come più di duecento anni fa.

Da sottolineare anche il grande successo del Banchetto del Re dove gli ospiti hanno potuto cenare insieme alla Corte di Re Gioacchino Murat e della Regina Carolina Bonaparte (gruppo storico di Pizzo Calabro). Squisiti i piatti proposti dallo Chef Dino Casoni che ispirandosi alle antiche ricette di Antonio Nebbia ha predisposto un menu che è stato accompagnato dalle arie ottocentesche del soprano Claudia Adinolfi e dai balli del gruppo storico Battaglione Estense.

Molto seguito anche il momento di studio con la presentazione del libri “Dal Tratto di Tolentino al Regno d’Italia – Vicende storiche del Territorio maceratese” a cura di Simonetta Torresi e Enzo Fusari e il convegno storico “Le Società Segrete tra la Battaglia di Tolentino e i Moti rivoluzionari del 1831” con la partecipazione dello storico ferrarese Maurizio Romanato che si è confrontato con Simonetta Fusari.

Pubblico delle grandi occasioni anche in piazza della Libertà per la parata e il saluto alle autorità da parte di tutti i gruppi storici con l’esecuzione degli inni nazionali degli eserciti.

Archiviata questa 23° edizione, la rievocazione storica vera e propria, con i rievocatori, tornerà nel 2021, ma l’Associazione Tolentino815 e l’Amministrazione comunale sono già al lavoro per programmare gli eventi che saranno promossi nei prossimi due anni.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-05-2018 alle 10:46 sul giornale del 10 maggio 2018 - 231 letture

In questo articolo si parla di attualità, tolentino, Comune di Tolentino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aUlQ