Nino Frassica a Tolentino: "Emozione e responsabilità portare mio spettacolo nelle zone del sisma"

19/07/2018 - Nino Frassica atteso a Tolentino per l’esilarante concerto-cabaret di venerdì 20 luglio in Piazza Martiri di Montalto, alle ore 21.30. Con il Tour 2000/3000, Nina Frassica è accompagnato dai Los Plaggers, band formata da sei formidabili musicisti.

Il nome Plaggers è una fusione tra Platters e plagio. Lo show è un originalissimo e coinvolgente viaggio musicale per oltre due ore di concertocabaret. Una grande festa, un’operazione di memoria musicale con un repertorio formato da oltre cento brani rivisti e corretti, in cui canzoni famosissime, pur mantenendo la propria identità, sono tagliate e ricucite alla maniera di Frassica. Verranno presentati brani come “Cacao Meravigliao”, “Grazie dei Fiori bis” o come “Viva la mamma col pomodoro” al quale verranno aggiunti “Viva la pappa col pomodoro”, ma anche “Mamma mia dammi cento lire” e sigle d’altri tempi come “Portobello” o le musichette della pubblicità; e ancora “Campagna” diventa “Voglio andare a vivere con i cugini di campagna”, e poi “Siamo donne” che si conclude con “Donna a Surriento”, “Neri per sempre”, “Tuca tuca”.

Protagonista anche il pubblico che, travolto dal ritmo incalzante dello show, mentre si diverte con le invenzioni musicali di Frassica, può cantare e partecipare direttamente allo spettacolo grazie a medley dedicati alla musica degli anni ’60 e ’70, con omaggi a Santana e Battisti (e molti altri ancora!). Il tutto porterà inevitabilmente ad un’atmosfera di complicità e intesa, grazie all’inesauribile vérve comica dell’artista siciliano.

Ci è stata concessa, come redazione di Vivere, la possibilità di intervistare Nino Frassica e ovviamenete abbiamo colto questa opportunità al volo.

Innanzitutto Nino: che spettacolo dobbiamo aspettarci a Tolentino? "E’ una festa musicale, un’operazione di memoria musicale. Con la mia band i Los Plaggers abbiamo tagliato e ricucito non so quante canzoni (100, 1000, 10.000 ancora le sto contando…). Io come dico sempre sono la “guast star” del gruppo, il mio lavoro è un altro ma la musica mi piace e mi diverte, da qui l’idea di creare questo spettacolo musicale che prevede un tour 2000/3000, adesso siamo nel 2018 ed ho ancora 982 anni di tour".

Come mai proprio la città di Tolentino come unico spettacolo della Regione Marche? "Tolentino è la città del sorriso, e mi si consegnerà il Premio Accademia dell’Umorismo. Sono felicissimo di ricevere questo prestigioso premio che già negli anni passati ha coinvolto importanti personaggi, ancor di più perché ho saputo che la motivazione principale sarà il mio “Programmone” di Radio2 (in onda tutti i week end alle 13.45). Sono infatti affezionatissimo a questo spazio radiofonico perché riesco ad avere una libertà autorale e di linguaggio che in altri contesti non posso chiaramente avere".

In una delle città colpite dal sisma del 2016, che valore ha far tornare a sorridere la gente e quanto questo influirà sullo spettacolo di venerdì? "Ho chiaramente seguito gli eventi legati al terremoto e confesso un’emozione ed anche una responsabilità in più nel sapere di portare il mio spettacolo in questa zona. Spero di raggiungere l’obiettivo di regalare un paio d’ore di spenseriatezza e divertimento, tutto il popolo marchigiano è ripartito alla grande dopo quanto avvenuto al di là dei soliti problemi strutturali e burocratici, ma sento io di ringraziare voi per l’esempio concreto di forza e speranza che avete dato all’Italia intera".

Sarà un viaggio musicale variegato, ma qual è la canzone che più la rappresenta tra quelle che verranno interpretate sul palco venerdì? "Come detto amo tutta la musica, se proprio devo citare un titolo del mio show dico "Tuca Tuca" perché diventa occasione per omaggiare la mitica Raffaella Carrà (balleremo anche sul palco, ma lei purtroppo non potrà esserci, aveva già preso impegni...) ma come in ogni pezzo del mio spettacolo il tuca tuca si trasformerà in altro citando altri momenti storici della musica e dello spettacolo, altro non dico così manteniamo un pò di suspence".





Questa è un'intervista pubblicata il 19-07-2018 alle 11:31 sul giornale del 20 luglio 2018 - 893 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, tolentino, intervista, Riccardo Antonelli, nino frassica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aWIs