Genova: crollo ponte Morandi, 660 sfollati

ponte morandi 16/08/2018 - Mentre si scava ancora tra le macerie del ponte Morandi crollato martedì alla ricerca degli ultimi dispersi, Genova è alle prese con un dramma nel dramma, quello degli sfollati: sono oltre 660 le persone che non possono rientrare nelle loro abitazioni sotto il viadotto dell'A10.

Un pilone rimasto in piedi tra i palazzi si starebbe inclinando e c'è il rischio che crolli. La zona rossa degli edifici a rischio nel quartiere Sampierdarena è stata estesa: le persone che sono state fatte evacuare, 400 inizialmente, sono quindi salite a 660. Gli sfollati per ora sono stati sistemati dalla Protezione civile nelle palestre e nel punto di accoglienza di via Buranello, o da amici e parenti. In seguito verranno ospitati negli alberghi della città.

Oltre 300 famiglie che hanno bisogno di una nuova casa. In quelle sotto il ponte non potranno più ritornare. Lo ha detto chiaramente mercoledì il sindaco di Genova Marco Bucci: "quelle case non si possono salvare perché sono sotto un ponte che potrebbe essere abbattuto".





Questo è un articolo pubblicato il 16-08-2018 alle 16:01 sul giornale del 17 agosto 2018 - 751 letture

In questo articolo si parla di cronaca, genova, sfollati, ponte crollato, marco vitaloni, articolo, ponte morandi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aXx3