"Lorenzo Lotto. Il richiamo delle Marche", presentato a Roma l'evento espositivo dell'anno

03/10/2018 - “Se un pittore eccelso come Lorenzo Lotto elesse le Marche come terra in cui vivere, i motivi noi marchigiani li conosciamo bene, ma vogliamo che lo sappiano sempre più persone e Lotto diventa così da oggi un ambasciatore del nostro modo di vivere circondati dalla bellezza.“ Così l’assessore regionale al Turismo-Cultura, Moreno Pieroni nel corso della conferenza stampa a Roma, presso il Ministero dei Beni Culturali, che si è tenuta martedì per presentare la mostra “ Lorenzo Lotto – Il richiamo delle Marche” che aprirà i battenti il 19 ottobre (fino al 10 febbraio) a Macerata – Palazzo Buonaccorsi.

“Inizia così– ha proseguito l’assessore – uno degli eventi più prestigiosi della vita culturale delle Marche su cui la Regione ha investito molto sia in termini di realizzazione dell’allestimento che promozionali. Una mostra che avrà il suo fulcro espositivo a Macerata ma che, come ricorda il sottotitolo “ Il richiamo delle Marche”, è di assoluto interesse regionale essendo collegata in un bellissimo itinerario lottesco ad otto città Ancona, Cingoli, Jesi, Loreto, Mogliano, Monte San Giusto, Recanati e Urbino quasi a disegnare un ideale circuito virtuoso o – come è stato detto – una mostra diffusa. Una formula diversa e un messaggio importante quindi, di valenza nazionale e internazionale considerando i prestiti dai più prestigiosi musei stranieri, che porta con sé molteplici obiettivi: confermare un’immagine delle Marche che creano sempre più occasioni di crescita culturale, valorizzare i territori scrigni di capolavori di Lorenzo Lotto, convogliare verso la nostra regione un flusso turistico in questo periodo, nell’ottica di una destagionalizzazione dell’offerta turistico- culturale. Un segmento che ci sta sempre più caratterizzando e che fin dall’inizio del mandato abbiamo perseguito con grande determinazione a cominciare dalle grandi mostre del Giubileo, al ciclo “Mostrare le Marche” dello scorso anno per arrivare a questo rilevante progetto culturale che si compie oggi: la più importante mostra italiana sul Lotto dopo quella che si tenne nel 2011 alle Scuderie del Quirinale. “

“La mostra su Lorenzo Lotto – ha commentato il presidente della Regione , Luca Ceriscioli - non è solo un momento espositivo molto significativo per i nostri territori, ma un progetto complesso ed articolato in cui i tasselli di una narrazione più ampia vanno a formare un mosaico prezioso, fatto di una cultura che si è sviluppata nelle Marche nel corso del sec. XVI e di relazioni internazionali, di un passato scritto nei documenti e di un territorio dinamico che vuole conservarne le memorie, di incontri e collaborazioni prestigiose. In una logica partecipativa e condivisa sono state avviate proficue collaborazioni con istituzioni di elevatissimo livello in ambito internazionale e consolidate quelle con il Comune di Macerata che insieme alla Regione ha dato vita all’intero evento espositivo e alle diverse manifestazioni messe in programma. Nel segno sublime di Lorenzo Lotto sarà possibile quindi riscoprire piccoli borghi e importanti centri marchigiani, immersi in un paesaggio che intende porsi come crocevia artistico e culturale, caratterizzato da una intensa attività promozionale e di valorizzazione.”

Il sindaco di Macerata, Romano Carancini ha sottolineato il ruolo della città: “Vogliamo dialogare con il mondo grazie anche a questa esposizione di respiro internazionale. Macerata non è stata scelta casualmente, siamo tra le 10 città finaliste della capitale della cultura 2020”. Stefania Monteverde - Vicesindaco e assessore alla Cultura del Comune di Macerata ha parlato di questa mostra come “ un’esperienza immersiva nella Marca. Si entra a Palazzo Buonaccorsi e poi si attraversano tutti i luoghi, alla scoperta dei capolavori del Lotto nei Comuni marchigiani. È un’esposizione sempre attuale che parla a tutti, soprattutto ai giovani e che offre il modo di vedere la nostra regione con gli occhi dell’artista”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-10-2018 alle 10:19 sul giornale del 04 ottobre 2018 - 330 letture

In questo articolo si parla di cultura, regione marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aYYW