Fabriano: raid di furti in una discoteca del centro, denunciati tre giovani per ricettazione

15/10/2018 - Al termine di una rapida attività d’indagine condotta dai Carabinieri di Fabriano, sono stati denunciati per ricettazione tre giovani emiliani, uno dei quali di origine straniera, rispettivamente di 19, 20 e 21 anni sorpresi con sette collane d'oro del valore complessivo di oltre tremila euro.

L'indagine lampo dei Carabinieri fabrianesi è scattata attorno alle 3 della notte tra sabato e domenica quando, durante gli abituali controlli preventivi su strada lungo viale Zonghi i militari dell’aliquota radiomobile hanno fermato una Lancia Y con a bordo i tre ragazzi che arrivavano da fuori regione. Dalle varie verifiche veicolari e personali è emerso come uno dei tre avesse addosso un sacchetto di plastica con le sette collane in oro con le maglie strappate, come ad evidenziare che fossero quanto meno di provenienza sospetta.

Messi alle strette dagli inquirenti, gli occupanti dell'auto hanno cercato di addurre giustificazioni sommarie sulla proprietà dei gioielli, ammettendo comunque di essere stati poco prima in una discoteca della città, ai cui responsabili i carabinieri, dopo aver sequestrato i preziosi, si sono rivolti per chiedere lumi. Gli operatori del locale hanno evidenziato come due giovani avventori del posto - un 18enne e un 20enne - avessero segnalato la sottrazione dei rispettivi gioielli avvenuta proprio nella serata.

Una volta convocati in caserma gli stessi giovani hanno descritto in modo dettagliato e riconosciuto le proprie collane che poi sono state riconsegnate loro dagli investigatori. Le due vittime hanno riferito di essersi accorti dell'ammanco mentre si trovavano nella sala da ballo in situazioni piuttosto concitate, senza però riuscire a capire chi fossero gli autori del colpo. E' probabile che i tre abbiano messo in piedi un piano ben organizzato, con due di loro intenti ad ostacolare le ignare vittime durante il ballo, mentre il terzo era pronto a sfilare le collane quasi senza farsi accorgere, approfittando appunto della confusione. Dalle prime verifiche è emerso come gli emiliani abbiano tutti già precedenti per reati di carattere predatorio consumati comunque fuori dal territorio cittadino provinciale, a conferma di come si tratti di un gruppo itinerante.

Sono in corso ulteriori accertamenti per individuare i proprietari delle altre cinque collane ancora in mano agli inquirenti. Chiunque lo scorso weekend ha “smarrito” la propria collana dopo essere stato in discoteca a Fabriano è invitato a recarsi dai Carabinieri per denunciare l’accaduto e, magari, riconoscere i monili in loro possesso.


di Sara Santini
redazione@viveremarche.it




Questo è un articolo pubblicato il 15-10-2018 alle 11:28 sul giornale del 16 ottobre 2018 - 675 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aZoB