Furti, arrestati due albanesi. Denunciato per ricettazione un maceratese

carabinieri di notte 1' di lettura 11/02/2019 - I militari della stazione di Appignano hanno denunciato due albanesi 30enni per furto aggravato presso due abitazioni avvenuti nel dicembre 2018.

I militari, all’epoca, durante il sopralluogo, avevano rinvenuto una ricetrasmittente e, visionando le immagini delle telecamere del capoluogo, negli orari compatibli coi furti, avevano individuato una Audi scura che risultava essere stata rubata nel varesotto qualche tempo prima. L’attività di ricerche e collaborazione con i colleghi hanno condotto a risultati positivi e grazie al fermo di due sggetti da parte del’Arma di Camerino nel dicembre 2018 per furti e sequestro della vettura in esame, i militari di Appignano, confrontando le immagini e verificando che i due fermati avevano una radiolina identica a quella rinvenuta nel corso dei sopralluoghi, hanno raccolto indizi a carico dei due stranieri ritenuti quindi responsabili dei due furti a Appignano.

I carabiniri della stazione di Macerata inoltre hanno denunciato un giovane, 22enne, residente nella provincia maceratese, per ricettazione. Dopo aver ricevuto la denuncia di un furto di oggetti in oro in abitazione, senza scasso ed apparentemente “anomalo”, i militari hanno dato corso ad una serie di accertamenti, setacciando i negozi “compro oro” della zona per verificare se gli oggetti fossero di lì transitati. La scelta si è rivelata vincente in quanto in un negozio sulla costa i militari hanno accertato che il giovane aveva consegnato proprio una buona parte dei gioielli asportati per un valore id circa 800 euro.






Questo è un articolo pubblicato il 11-02-2019 alle 21:09 sul giornale del 12 febbraio 2019 - 320 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a4ce