Ai domiciliari, trovato fuori casa con alcuni connazionali, nigeriano finisce in carcere

polizia 24/04/2019 - Nel pomeriggio di martedì, la Squadra Mobile a seguito dell’emissione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dalla locale procura della Repubblica, ha tratto in arresto un cittadino nigeriano di 34 anni già ristretto agli arresti domiciliari.

L’uomo era stato arrestato nell’aprile scorso, nell’ambito dell'operazione antidroga denominata “ISHAN” nel corso della quale era stata sviluppata una complessa attività di indagine coordinata dal procuratore capo Giovanni Giorgio al termine della quale il G.I.P presso il Tribunale di Macerata aveva emesso quindici misure cautelari.

L’uomo si trovava ristretto agli arresti domiciliati presso la propria abitazione di Macerata e i controlli a cui veniva sottoposto avevano consentito di riscontrare l’inottemperanza alle prescrizioni a cui era sottoposto, tant’è che una volta nel mese di febbraio e due volte nel mese di marzo, era stato sorpreso dagli agenti addetti al controllo, fuori dal suo appartamento in compagnia di altri connazionali.

A seguito quindi della segnalazione inoltrata all’Autorità Giudiziaria dalla Squadra Mobile diretta dalla D.ssa Maria Raffaella ABBATE, il G.I.P. presso il Tribunale di Macerata ha inteso aggravare la misura cautelare degli arresti domiciliari con la custodia cautelare in carcere.

L’uomo è stato arrestato e ristretto nel carcere di Ancona Montacuto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.






Questo è un articolo pubblicato il 24-04-2019 alle 12:44 sul giornale del 26 aprile 2019 - 191 letture

In questo articolo si parla di redazione, Sara Santini, volante della polizia notte

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a6Oq