Tolentino: concerto omaggio ad Eric Clapton

09/05/2019 - La sottosezione Unitalsi di Tolentino, con l’ausilio di Assicurazioni Generali, Mapell ed Overdrive, sabato 11 maggio alle ore 21.15, al Cine Teatro ‘Don Bosco’, per una raccolta fondi per i ‘treni bianchi’ che portano i malati nei santuari mariani, presenta uno spettacolo musicale dedicato ad Eric Clapton, eseguito dalla ‘Why Band’, il cui progetto è nato per condividere la passione musicale del filone rock-blues ma non solo.

Infatti i componenti, oltre che musicisti sono amici che credono unitamente nell’amore come filo conduttore della vita e del sano divertimento, che sfocia nelle sonorità dei loro strumenti con i quali esprimono testimonianza di un genere musicale unico e riconoscibile negli arrangiamenti personalizzati. Due ore di grande spettacolo in un viaggio musicale che parte dagli inizi della sua straordinaria carriera, dal periodo dei supergruppi, alle performance da solista, con un occhio particolare alle cover e alle tante collaborazioni che ha realizzato con una band composta da Alessandro Rutolini (voce), Damiano Cori (chitarra), Giuseppe Zepponi (basso), Jacopo Barucchi (tastiere), Mario Cicconi (batteria e percussioni) e la partecipazione di Laura Marziali, che è la guida nel viaggio attraverso la carriera del musicista inglese.

Eric Clapton è nato il 30 marzo 1945 a Ripley, nella contea inglese del Surrey, dalla sedicenne Patricia Molly Clapton e dal venticinquenne Edward Walter Fryer, un soldato canadese che prese servizio per le ultime fasi della seconda guerra mondiale prima della nascita del figlio e infine fece definitivamente ritorno a Montréal. Eric fu cresciuto dalla nonna materna e dal secondo marito di quest'ultima, giacché sua madresi trasferì in Germania dopo aver sposato un altro militare canadese.

Clapton comincia la sua carriera come solista esibendosi nelle strade. Entra giovanissimo negli Yardbirds per poi passare con i Bluesbreakers di John Mayall, coi quali esordisce dal vivo il 6 aprile 1965 in un concerto a Londra. Nel 1966 incide il celebre disco ‘Bluesbreakers with Eric Clapton’, a seguito della pubblicazione del quale compare nella metropolitana di Londra la scritta ‘Clapton is God’. In questo periodo conosce il batterista Ginger Baker e il pianista, compositore e bassista Jack Bruce.

Con loro fonda il gruppo rock-blues dei Cream. Inoltre suona nei primi album di Frank Zappa, incidendo parti vocali e di chitarra. Nel 1970 esce il primo album solista di Clapton. ‘Layla’ è una delle canzoni più celebri di Clapton insieme alla successiva ‘Cocaine’. Duane muore in un incidente stradale e per Clapton si aprono definitivamente le porte della droga. Nell’agosto del 1971, Clapton visibilmente provato partecipa al Concert for Bangladesh dell'amico George Harrison, riprendendo il famoso assolo di ‘While My Guitar Gently Weeps’, da lui già eseguito nella versione del White Album dei Beatles. L’11 giugno 1988 Clapton partecipa con i ‘Dire Straits’ al Concerto tributo per i 70 anni di Nelson Mandela. Nel 1989 collabora con il cantante italiano Zucchero, conosciuto qualche tempo prima in quanto amico di Lory Del Santo.

Il chitarrista incide l’assolo di ‘A Wonderful World’, contenuta nell’album ‘Oro, incenso e birra’. Il bluesman reggiano apre poi 28 concerti della tournée europea di Clapton, di cui 12 alla Royal Albert Hall di Londra. N el frattempo, Clapton ha avuto anche modo di creare una fondazione per la cura e la riabilitazione degli alcolisti (Fondazione Crossroads). Nel 2016 Eric Clapton rivela di essere affetto da una neuropatia periferica: la patologia neurologica, di carattere degenerativo e disabilitante, gli starebbe gradualmente limitando i movimenti. Dopo un’ulteriore bronchite grave che, in concomitanza con la patologia maggiore, lo riduce su una sedia a rotelle, annuncia tuttavia alcune nuove date dal vivo nel 2017 negli Stati Uniti ed a Londra. Nello scorso anno è ancora sul palco per un concerto ad Hyde Park insieme a Carlos Santana, Zucchero ed altri ospiti. Nel 2018 pubblica per la prima volta un album di canzoni natalizie intitolato ‘Happy Xmas’.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-05-2019 alle 10:11 sul giornale del 10 maggio 2019 - 285 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, tolentino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a7g9