Roma, ciclista investito e ucciso. Poi gli rubano il portafogli

Vigili del Fuoco, pompieri 1' di lettura 19/05/2019 - Investito da un tir sulla Tiburtina, uno sciacallo gli ruba il bancomat dal marsupio

È accaduto venerdì a Roma, sulla Tiburtina. Un ciclista di 54 anni è rimasto vittima di un tragico incidente, mentre era in sella alla sua bici, finendo sotto le ruote di un tir. Nell’impatto, il marsupio che aveva addosso è volato via e, nonostante il drammatico momento, un passante ha pensato bene di rubare il portafogli all’interno e di utilizzare il suo bancomat.

Mentre l’autista del tir, in preda al panico, chiedeva aiuto e tentava disperatamente di prestare soccorso, lo sciacallo avrebbe prelevato del denaro presso due sportelli diversi, per un totale di 500 euro.

Secondo quanto riportato dal Messaggero, l’uomo alla guida sarebbe risultato negativo agli alcol e drug test, ma potrebbe essere indagato per omicidio stradale. La vittima, Fulvio De Simone, aveva 54 anni ed era un infermiere stimato e un ciclista per passione. I parenti e gli amici sono rimasti attoniti di fronte a quanto accaduto: “Come si può derubare così un uomo che sta morendo?”, si sarebbe domandato Giuseppe, il suo migliore amico.

Fulvio, lascia una moglie e due figli adolescenti, mentre sulla vicenda sono in corso le indagini delle autorità per capire chi abbia potuto commettere un gesto così riprovevole. Al Messaggero, la moglie Debora dichiara: “Non li perdonerò mai, hanno offeso Fulvio mentre moriva”.






Questo è un articolo pubblicato il 19-05-2019 alle 09:57 sul giornale del 20 maggio 2019 - 641 letture

In questo articolo si parla di cronaca, articolo, Maria Luigia Lapenna

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a7Eh