Tolentino: casa terremotata usata come bivacco per consumare droga, già 7 denunce

spaccio droga delinquenza 2' di lettura 07/06/2019 - Lunedì 3 giugno, nel corso della mattinata, a Tolentino, una residente di via montecavallo, ha sporto denuncia poiché ignoti, nel periodo tra il 10 maggio e il 2 giugno, mediante effrazione dalla porta d'ingresso, sono penetrati all'interno della propria residenza, resa inagibile dal sisma del centro Italia, che usavano come bivacco anche con lo scopo di consumare sostanze stupefacenti.

Questi hanno danneggiato, inoltre, abitazione e suppellettili, mettendo a soqquadro le stanze.

Immediato un sopralluogo approfondito eseguito dai Militari del locale Nucleo Operativo Radiomobile, che ha consentito il sequestro di una pipa ad acqua (cosiddetto “bong”) utilizzata dai malfattori, nonché altro materiale utile alle indagini.

Martedì 4 giugno, nel corso del pomeriggio, i Carabinieri hanno individuato quale principale colpevole un giovane cittadino tolentinate, con precedenti.

Nel corso del servizio specifico volto al suo rintracciamento, è stato localizzato nel centro cittadino insieme ad altri due giovani residenti nella provincia maceratese.

Nella circostanza, l'immediata perquisizione ha consentito di rinvenire in possesso del tolentinate: 20 grammi di marijuana, già suddivisa dosi; 200 euro di provento da illecita attività di spaccio; 1 telefono cellulare; nonché, in possesso degli altri due soggetti, complessivamente 12 grammi di marijuana, acquistata dal tolentinate subito prima del controllo.

Identificati anche come autori del danneggiamento e della violazione di domicilio della casa in via Montecavallo, hanno ammesso le proprie responsabilità.

Come esito parziale dell'attività investigativa: il giovane tolentinate è stato denunciato per i fatti del 4 giugno, nonché per violazione di domicilio e danneggiamento in concorso per i fatti commessi nell'abitazione inagibile, mentre gli altri due segnalati per gli stessi fatti.

Nelle ore immediatamente successive, i Militari, a conclusione della ininterrotta attività informativo-investigativa, hanno denunciato per violazione di domicilio e danneggiamento in concorso altri quattro giovani residenti nella provincia.

I Carabinieri hanno appurato che, insieme ai già citati, nella notte tra il 1° e il 2 giugno, dopo aver violato la porta d'ingresso, si sono introdotti all'interno, consumandovi stupefacenti e danneggiando locali e suppellettili senza apparente motivo, mettendo tutto a soqquadro ma senza rubare nulla.

Il gruppo completo dovrebbe essere composto da circa 12 giovani del maceratese, di cui finora 7 denunciati.

I carabinieri di Tolentino sono tuttora impegnati al rintracciamento dei soggetti rimanenti e all'analisi delle loro responsabilità.

Risultati fondamentali la tempestività della denuncia dell'evento, nonché la celerità d'intervento dell'Arma, la precisione del sopralluogo tecnico, la conoscenza del territorio, la copertura cittadina con telecamere videosorveglianza.

Il Comandante sottolinea che il gruppo si è introdotto in quella casa non per compiere atti di sciacallaggio o una “bravata”, ma per consumare droga in maniera discreta, approfittando dello stato di abbandono dell’abitazione in una zona della città già gravemente ferita dal sisma.






Questo è un articolo pubblicato il 07-06-2019 alle 15:16 sul giornale del 08 giugno 2019 - 190 letture

In questo articolo si parla di cronaca, droga, tolentino, spaccio, sisma, delinquenza, articolo, niccolò staccioli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a8mR