Porto Recanati: "Operazione Vento della Libertà", denunce e sequestri all'Hotel House

polizia 113 3' di lettura 18/07/2019 - Nell’ambito di un più ampio programma di controlli di Polizia svolti nelle località site lungo la fascia costiera, così come disposto dal Questore Antonio Pignataro in occasione della stagione estiva, nella giornata di mercoledì, con l’impiego di uomini sia in divisa che in borghese, sono stati effettuati servizi nelle zone più sensibili e ritenute a rischio.

In tal senso, sono stati effettuati controlli presso i complessi condominiali Hotel House e River Village di Porto Recanati, identificando circa 150 persone e fermando un centinaio di veicoli.

Durante l’attività gli agenti di Polizia hanno scorto un soggetto extracomunitario già noto per i suoi precedenti che con fare sospetto in una zona boschiva vicino l’Hotel House si intratteneva con un cittadino italiano. Subito fermati, dopo un tentativo di fuga dell’extracomunitario, si è accertato che era in atto un tentativo di scambio di sostanza stupefacente, interrotto dall’arrivo degli agenti. Il cittadino italiano di anni 35 (poi segnalato come assuntore di sostanze stupefacenti) proveniente da fuori provincia si era infatti recato nei pressi del citato condominio per reperire della sostanza stupefacente, mentre l’extracomunitario di origini afgane (di anni 30) è stato trovato in possesso di alcuni dosi di eroina, già confezionate e pronte ad essere vendute. Pertanto quest’ultimo è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio.

All’interno di un appartamento dell’Hotel House, inoltre, è stato rintracciato un cittadino italiano, trentenne, con precedenti di polizia su cui gravava la misura di prevenzione del foglio di via dal comune di Porto Recanati. Per tale motivo lo stesso è stato denunciato per aver violato il provvedimento e contestualmente gli è stata notificata la misura più grave della sorveglianza speciale, in forza dei suoi precedenti penali e delle precedenti violazioni della misura di prevenzione.

Allo scopo di rendere più efficaci le operazioni di controllo il personale della Polizia di Stato è salito sui piani più alti del condominio Hotel House al fine di osservare meglio la zona circostante. Proprio tale circostanza ha permesso di avvistare nella boscaglia intorno all’edificio una persona che stava dormendo su una sdraio da spiaggia in mezzo agli alberi, subito dopo la recinzione del palazzo. Il soggetto è stato segnalato ai colleghi che erano rimasti sul piazzale del condominio in questione, che hanno proceduto al controllo dell’individuo, identificato come un cittadino pakistano di 32 anni. Durante l’attività di polizia è stata individuata una mazzetta di denaro. I poliziotti, insospettitisi dal fatto che il soggetto ridotto a dormire all’aperto era in possesso di una non trascurabile somma di denaro, hanno effettuato un controllo più accurato, accertando la falsità della carta monera ritrovata. Sono state pertanto sequestrate 4 banconote da 50€ e 12 da 20€ per un totale di 440€. L'uomo è stato denunciato per la detenzione di moneta falsa.

Sono in corso attività investigative per individuare la provenienza delle banconote false, anche in forza del fatto che le banconote presentano caratteristiche tali da poter trarre facilmente in inganno un comune cittadino.






Questo è un articolo pubblicato il 18-07-2019 alle 17:02 sul giornale del 19 luglio 2019 - 526 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, porto recanati, denunce, hotel house, sequestri, river village, articolo, niccolò staccioli, Operazione Vento della Libertà

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a9MU