Tabacchi sorpreso a vendere sigarette a minori, multa e 15 giorni di sospensione della licenza

2' di lettura 19/07/2019 - Il lavoro dei poliziotti di Macerata continua con perseveranza e senza soluzioni di continuità “ dichiara il Questore Pignataro” al fine di difendere le giovani generazioni dalle insidie che, purtroppo, la patologia della nostra Società immette nel mercato senza alcuna remora ma in una cinica logica del profitto a danno del nostro futuro in quanto la maggior parte di questi prodotti vengono utilizzati dai minori causando dei danni non solo nel corpo, ma anche nella psiche in maniera irreversibile.

Sono stati alcuni genitori che, preoccupati per la salute dei propri figli, si sono rivolti al Questore per riferire che nello zaino scolastico del figlio minore di 13 anni erano state rinvenuti molteplici pacchetti di sigarette.

Grazie alla sensibilità e al lavoro di tutte le Forze di Polizia della provincia di Macerata e alla conseguente crescita del rapporto fiduciario e di collaborazione tra l’Istituzione e il tessuto sociale, si può affermare che oggi a Macerata e provincia lo “ STATO C’E’ E SI VEDE “, come hanno rilevato gli stessi cittadini che quotidianamente si complimentano con la Polizia, non solo de-visu ma anche tramite gli organi di informazione per l’impegno e il sacrificio profuso per incrementare e rinsaldare il senso di legalità alla base del vivere civile.

Pertanto sono stati attivati immediati controlli che hanno consentito di accertare la vendita di tabacchi a minori di anni 13, trovati in possesso di alcuni pacchetti di sigarette appena acquistati in una rivendita di tabacchi ubicata in un’area ad alta densità di traffico veicolare pubblico non solo cittadino ma anche da fuori città e provincia, punto di arrivo e di partenza di studenti, soprattutto minorenni.

Nella mattinata di giovedì, dunque, é stato notificato il relativo provvedimento che racchiude la contestazione di 3000 euro e la sospensione della licenza per 15 giorni. Si sottolinea che la legge, in questi casi, di assoluta gravità per il coinvolgimento di ragazzi minorenni, purtroppo, non prevede la revoca immediata della licenza, ma tale sanzione potrà essere applicata in caso di recidiva.

Il Questore ha provveduto a pianificare continui controlli per il futuro e invita tutti i titolari di rivendita di Tabacchi e sigarette elettroniche ubicati nel territorio della provincia (dato che le statistiche Nazionali hanno accertato che il 40% del tabacco ai minori viene venduto nelle tabaccherie – mentre nei negozi che vendono le sigarette elettroniche il 78% ha venduto ricariche di nicotina al minore senza verificare l’età ) di porre la massima attenzione nella vendita di prodotti contenenti nicotina in quanto qualsiasi violazione alla legge che regola la delicata materia sarà perseguita al fine di tutelare le giovani generazioni e prevenire le gravi patologie che possono derivare dall’uso di queste sostanze, soprattutto in giovane età.






Questo è un articolo pubblicato il 19-07-2019 alle 15:43 sul giornale del 20 luglio 2019 - 308 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, sigarette, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a9Pd