Estate con gli occhi alla strada. Estate con le mani al volante. Estate sobri. L'appello del Comandante Provinciale dei Carabinieri

Sicurezza stradale 4' di lettura 23/07/2019 - Appello del Comandante Provinciale dei Carabinieri in un’estate che si sta dimostrando rovente non solo per il clima ma anche per i numerosi incidenti stradali che sono stati rilevati nel corso degli ultimi 3 mesi.

“Ogni giorno la strada produce le sue vittime, che aumentano sensibilmente nei week-end e nei periodi dell’anno di maggior esodo come quello che stiamo vivendo. Quando siamo alla guida siamo responsabili della nostra sicurezza ma soprattutto della sicurezza degli altri; questo è un pensiero che deve sempre accompagnarci mentre viaggiamo su un mezzo di trasporto”.

Dall’analisi statistica è il fattore umano il responsabile di circa il 90% dei sinistri. 250 sono stati gli incidenti stradali che hanno impegnato le pattuglie dell’Arma dei Carabinieri in tutta la provincia a partire dal 1° maggio scorso. 146 sono stati i feriti ed 1 morto. 30 le persone denunciate per guida in stato di ebrezza alcolica o sotto effetto di droga. 60 le sanzioni amministrative elevate per guida pericolosa, 80 per il mancato uso della cintura di sicurezza, 50 per l’utilizzo del cellulare alla guida e 10 per eccesso di velocità.

Tutta questa attività ha portato al ritiro di 60 patenti e 35 carte di circolazione, nonché al sequestro di 50 veicoli e al fermo amministrativo di 20.

“Eccesso di velocità, guida sotto effetto di alcool e droghe, uso del telefonino durante la guida, stanchezza, mancato rispetto delle distanze di sicurezza e dell’uso delle cinture di sicurezza fra le principali cause di incidenti stradali”.

“I sinistri stradali hanno un costo innanzitutto in termini di vite umane, poi hanno un costo sociale in termini di sanità pubblica, ripristino delle strade e di sicurezza. Infatti, mediamente, per il rilevamento di ogni sinistro le pattuglie, che dovrebbero garantire essenzialmente la prevenzione generale, sono impegnate per almeno 4 ore (oltre la metà del turno), sottraendo risorse preziose ai prioritari servizi di controllo del territorio”.

Per evitare il peggio, basterebbe essere prudenti e seguire dei semplici accorgimenti:

- allacciate le cinture di sicurezza anteriori, posteriori e seggiolini per bambini;
- rispettate i limiti di velocità compatibilmente alla strada, alle condizioni atmosferiche, alla sicurezza e alle possibilità tecniche della vostra auto. Mostrate maggiore cautela nei centri abitati e in prossimità degli stessi;
- rispettate la distanza di sicurezza con gli altri veicoli;
- davanti alle strisce pedonali rallentate e date la precedenza ai passanti;
- rispettate le norme di precedenza;
- non arrestate l'autoveicolo in prossimità di curve o in condizioni di scarsa visibilità senza azionare gli opportuni segnali luminosi e visivi;
- di notte, guidate con particolare prudenza in prossimità degli incroci, soprattutto quando i semafori non sono funzionanti;
- rallentate sempre agli incroci, anche se vi spetta la precedenza;
- se non avete l'auricolare e non siete dotati di un dispositivo vivavoce, fermatevi se dovete parlare al cellulare mentre guidate;
- effettuate il sorpasso soltanto nei casi di completa visibilità e se la manovra non costituisce pericolo o intralcio per gli altri utenti. Il conducente che viene sorpassato deve sempre agevolare la manovra senza produrre intralci;
- mantenete l'auto in buone condizioni di efficienza ed effettuate i controlli periodici previsti o anticipateli, se del caso, in base allo stato della macchina e al chilometraggio percorso;
- circolate con tutti i documenti in regola (carta di circolazione, assicurazione, patente di guida, bollino anti-inquinamento quando previsto).

In particolare, nel caso di viaggi di lunga percorrenza:

- pianificate la partenza tenendo conto delle previsioni di traffico, soprattutto se vi muovete in occasione di grandi esodi;
- prima di mettervi in viaggio fate tutti i controlli necessari per garantire l'efficienza e la sicurezza della vostra auto;
- partite riposati e fermatevi al primo accenno di stanchezza;
- durante il viaggio tenetevi informati sintonizzandovi sulle radiofrequenze in grado di darvi le notizie di traffico in tempo reale;
- non guidate dopo aver assunto bevande alcoliche che, anche a piccole dosi, possono produrre una sensibile riduzione della prontezza dei riflessi;
- tenete presente che di notte la percezione visiva e la prontezza di riflessi si riducono.

Da Colonnello Michele Roberti






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-07-2019 alle 15:16 sul giornale del 24 luglio 2019 - 166 letture

In questo articolo si parla di attualità, carabinieri, macerata, sicurezza stradale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a9Xn





logoEV